Studi di settore: si applicano anche in caso di infortuni e problemi di salute?

Se il reddito dichiarato è inferiore rispetto alle aspettative degli studi di settore malattie e infortuni contano come giustificazione?

di , pubblicato il
Se il reddito dichiarato è inferiore rispetto alle aspettative degli studi di settore malattie e infortuni contano come giustificazione?

Gli infortuni, eccetto problemi di salute gravi certificati dall’Inps, non rilevano ai fini delle discrepanze tra redditi e dichiarazioni e/o studi di settore. Lo ha sentenziato la Corte di Cassazione di recente con l’ordinanza 13605 del 4 luglio 2016. In altre parole il contribuente, anche se e quando patisce un infortunio, non è esonerato dai controlli del Fisco.

Vediamo la vicenda nel dettaglio.

Il ricorso, basato appunto sulla constatazione di un infortunio grave che avrebbe impedito il regolare svolgimento dell’attività, era stato avanzato da un contribuente il quale aveva impugnato un avviso di accertamento relativo a vari tributi. La Commissione tributaria provinciale l’aveva accolto in prima istanza ma il giudizio d’appello aveva ribaltato la situazione.

A tal proposito l’articolo 62-sexies, comma 3, del Dl 331/1993, autorizza l’ufficio finanziario a procedere all’accertamento induttivo anche al di fuori delle ipotesi previste e, in particolare, anche in presenza di una tenuta regolare della contabilità.

Argomenti: ,