Dichiarazione precompilata 2021: come rateizzare il debito d’imposta

La dichiarazione precompilata 2021 in cui si sceglie solo di rateizzare il debito d’imposta, si considera accettata con tutti i vantaggi che ne derivano

di , pubblicato il
dichiarazione precompilata 2021 rateizzazione

Dal 19 maggio 2021 sarà possibile accettare, modificare, integrare ed inviare la dichiarazione dei redditi precompilata 2021 (anno d’imposta 2020). Tra le modifiche ammesse rientra la scelta dell’eventuale rateizzazione delle imposte da versare che ne scaturiscono.

In tal caso, tuttavia, se non si modificano gli altri dati della precompilata, quest’ultima si intende “accettata” e non modificato o integrata, con tutti i vantaggi del caso.

Quando si intende “accettata” la dichiarazione precompilata 2021

Il Modello 730 precompilato 2021 (anno d’imposta 2020) è disponibile dal 10 maggio 2021, mentre, come anticipato, solo a partire del 19 maggio 2021 è ammesso agire su di esso con accettazione, modifiche, integrazioni ed invio (il termine di scadenza è fissato al 30 settembre 2021).

La dichiarazione precompilata 2021 si intende accettata se è trasmessa senza modifiche dei dati già indicati. Inoltre si intende accettata anche se il contribuente effettua delle modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito complessivo o dell’imposta dovuta, ossia quando, per esempio:

  • sono indicati o modificati i dati anagrafici del contribuente, senza però modificare il comune del domicilio fiscale, che potrebbe incidere sulla determinazione delle addizionali regionale e comunale all’IRPEF
  • si indicano o modificano i dati identificativi del sostituto che effettua il conguaglio
  • il contribuente sceglie di non versare o di versare in misura inferiore gli acconti dovuti, mediante la compilazione dell’apposito rigo del quadro F
  • è richiesta la suddivisione in rate mensili delle somme dovute a titolo di saldo e acconto, mediante la compilazione dell’apposito rigo del quadro F
  • si indica o modifica il codice fiscale del coniuge non fiscalmente a carico
  • viene compilato il quadro per la scelta dell’utilizzo in compensazione, totale o parziale, dell’eventuale credito d0imposta che risulta dal modello (quadro I)
  • si congiunge la dichiarazione precompilata del contribuente con quella del coniuge.

Modello 730 precompilato 2021: la scelta del versamento a rate

Il contribuente, dal cui Modello 730 precompilato 2021 scaturisce un debito d’imposta, può decidere se pagarlo in unica soluzione o rateizzarlo. In dettaglio la rateizzazione può essere fatta solo per il saldo 2020 e l’eventuale primo acconto 2021. Non è rateizzabile il secondo acconto.

La scelta della rateizzazione è da farsi compilando la colonna 7 del rigo F6. L istruzioni al modello 730 dicono che in tale colonna occorre riportare il numero delle rate compreso tra 2 e 5 (massimo 4 per i pensionati), in cui si vuole frazionare il versamento delle seguenti somme eventualmente dovute:

  • per l’anno d’imposta 2020, il saldo dell’IRPEF, delle addizionali regionale e comunale e della cedolare secca;
  • per l’anno d’imposta 2021, la prima rata di acconto Irpef, acconto dell’addizionale comunale, prima rata di acconto della cedolare secca;
  • acconto del 20% sui redditi soggetti a tassazione separata.

In caso do Modello 730 senza sostituto d’imposta il numero di rate può essere compreso, invece, tra 2 e 6.

Accettare il Modello 730 precompilato 2021: quali vantaggi

Come anticipato, laddove il contribuente non modificando gli altri dati del Modello 730 precompilato procede solo a compilare la colonna 7 del rigo F6 per la scelta della rateizzazione, la dichiarazione precompilata 2021 si intende accettata e non modificata o integrata, con tutti i vantaggi del caso.

A tal proposito, infatti, ricordiamo che in caso di presentazione di Modello 730 precompilato 2021 direttamente da parte del contribuente o tramite sostituto d’imposta, laddove si accetta la dichiarazione precompilata non saranno controllati i documenti che attestano le spese indicate nella dichiarazione stessa.

In caso, invece, di presentazione del Modello 730 precompilato 2021 tramite CAF o professionista abilitato, con o senza modifiche, il controllo formale sui documenti relativi agli oneri deducibili e detraibili sarà effettuato nei confronti del CAF o del professionista stesso che ha apposto il visto di conformità sulla dichiarazione, anche con riferimento agli oneri già precompilati.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,