Di Maio sul reddito di cittadinanza: le ultime dichiarazioni sui tempi e gli esclusi

Reddito di cittadinanza: Di Maio conferma debutto entro massimo marzo e ribadisce le regole e i requisiti per evitare di offrire il fianco ai furbetti. Ecco chi sarà escluso dal sussidio

di , pubblicato il
Reddito di cittadinanza: Di Maio conferma debutto entro massimo marzo e ribadisce le regole e i requisiti per evitare di offrire il fianco ai furbetti. Ecco chi sarà escluso dal sussidio

Nessuna retromarcia o rallentamento sul reddito di cittadinanza: Di Maio ribadisce che la misura è una priorità del governo e che il termine ultimo per il debutto è fissato a marzo 2019. Con l’occasione il ministro dello Sviluppo ha ribadito anche che saranno applicati dei paletti volti ad evitare abusi del sussidio. Rigidi quindi i criteri di selezione dei beneficiari e degli esclusi di quello che, lo stesso Di Maio, ha definito come “una misura che contribuirà a rimettere in moto l’economia”.

Reddito di Cittadinanza 2019: a marzo si parte con l’erogazione per chi possiede i requisiti

Di Maio si è rivolto ai rappresentanti delle imprese confermando le tempistiche per quota 100 e reddito di cittadinanza: la prima debutterà entro fine febbraio inizio marzo al massimo. Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza invece, dichiara il ministro che a marzo saranno accolte le prime domande e arriveranno i primi pagamenti. Nessun rinvio quindi: il governo punta dritto a quella che è stata definita, insieme alla quota 100, la priorità di questo esecutivo.

Leggi anche:

Reddito di cittadinanza: parte della copertura sarà destinata alle imprese?

Requisiti reddito di cittadinanza ed esclusi: nessun sussidio a chi si dimette

Chi si dimette non prenderà il reddito. Su questo saremo rigorosi. Ci sono obblighi ben precisi che i percettori di reddito dovranno rispettare. Anche il reddito è una misura per la crescita”. Nessun sussidio quindi per chi perde il lavoro volontariamente. In generale ci saranno dei paletti per evitare abusi. Di Maio ha ricordato ai rappresentanti delle imprese che ci sarà un tavolo di confronto in occasione del quale saranno date le istruzioni sulla misura dettagliatamente: “convocherò questo tavolo per illustrarvi la misura del reddito di cittadinanza nel suo complesso, affrontando ogni suo dettaglio. Fino ad allora lasciamo perdere le fantasiose ricostruzioni”.

Leggi anche:

Che fine ha fatto la pensione di cittadinanza?

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.