Detrazioni del 19% per attività sportive praticate dai figli: ecco le nuove regole

Per poter detrarre le spese per le attività sportive praticate dai propri figli, dal 2020, bisogna fare attenzione a piccole regole. Vediamo di cosa si tratta.

di , pubblicato il
Per poter detrarre le spese per le attività sportive praticate dai propri figli, dal 2020, bisogna fare attenzione a piccole regole. Vediamo di cosa si tratta.

Per gli abbonamenti a palestre, piscine o altre attività dilettantistiche di ragazzi a carico, è possibile usufruire di una detrazione fiscale pari al 19%.

Anche per questo bonus sono previsti, a partire dal primo gennaio 2020, dei piccoli accorgimenti per non rischiare di perdere questa agevolazione.

Detrazioni per abbonamenti ad associazioni sportive dilettantistiche

Il bonus, sostanzialmente, consiste in una detrazione del 19% per le attività sportive praticate dai ragazzi:

  • Di età compresa tra i 5 e i 18 anni di età;
  • Per l’iscrizione ad associazioni sportive dilettantistiche.

A partire dal primo gennaio 2020, sarà possibile usufruire di questo bonus soltanto se i pagamenti verranno saldati attraverso mezzi tracciabili, come ad esempio bonifico bancario, bonifico postale, carta di credito, bancomat, carta prepagata ecc.

In ogni caso l’importo deve essere inferiore a 210 euro per ciascun figlio.

Il contribuente, a tale scopo, deve necessariamente conservare, oltre al giustificativo della spesa (come la fattura o lo scontrino rilasciato), anche la ricevuta del pagamento effettuato, quindi: ricevuta di bonifico o dell’avvenuta transazione nel caso di pagamento con carte (anche prepagate).

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,