Detrazione spese testi scolastici: è possibile fruire del beneficio?

E' possibile portare in detrazione al 19% le spese sostenute per l'acquisto di libri di testo e materiale di cancelleria?

di , pubblicato il
E' possibile portare in detrazione al 19% le spese sostenute per l'acquisto di libri di testo e materiale di cancelleria?

Tra le spese di istruzione è possibile portare in detrazione nel modello 730 o Unico, anche le spese sostenute per l’acquisto di materiale di cancelleria e testi scolastici alla luce delle recenti modifiche legislative?   Nel limite di 400 euro l’anno per ogni alunno, è possibile portare in detrazione le spese di istruzione sostenute per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado (quindi scuola materna, elementare, media e superiore) così come sancito dall’articolo 15, comma 1, lettera e-bis del Tuir inserita nella legge 107/2015.   L’Agenzia delle Entrate, con la circolare numero 3/E del 2016, ha precisato che non può essere fruita la detrazione per le spese sostenute per l’acquisto di materiale di cancelleria e per l’acquisto di testi scolastici per la scuola secondaria di primo e secondo grado (scuola media e superiore).

Quindi le spese sostenute per l’acquisto di cancelleria e libri di testo non rientrano nelle spese che è possibile portare in detrazione al 19%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,