Detrazione spese mediche 2016: come opporsi all’utilizzo dei dati nel 730 precompilato

Come opporsi all'utilizzo dei dati sulle spese sanitarie da parte del Fisco.

di , pubblicato il
Come opporsi all'utilizzo dei dati sulle spese sanitarie da parte del Fisco.

Con la dichiarazione dei redditi 2016, il 730 precompilato avrà già inseritele spese mediche da portare in detrazione poiché i dati delle spese sanitarie effettuate nel corso del 2015 saranno trasmessi in automatico al Sistema Tessera Sanitaria e, in un secondo momento, saranno elaborati dall’Agenzia delle Entrate per l’inserimento nel 730 precompilato.   Non tutti i cittadini, però, possono essere d’accordo sull’utilizzo di tali dati e, in questo caso è possibile la procedura di opposizione all’utilizzo con la quale il contribuente comunica all’Agenzia delle Entrate che tutte, o una parte, delle spese sanitarie sostenute da lui e dal suo nucleo familiare, non vengano utilizzate nell’elaborazione del 730 precompilato.

   

Come dichiarare la propria opposizione?

L’opposizione all’utilizzo dei dati sanitari da parte del Fisco può avvenire in diversi modi. Innanzitutto il contribuente potrebbe non fornire il proprio codice fiscale al farmacista quando effettua l’acquisto di farmaci, in questo modo i dati non sarebbero inviati all’Agenzia delle Entrate, ma di contro il cittadino si troverebbe a non poter detrarre quelle spese sanitarie neanche modificando il 730 precompilato.   L’opposizione può essere dichiarata verbalmente comunicando al proprio medico o alla struttura sanitaria di apporre la dicitura di opposizione sulla fattura o ricevuta, ma tale opposizione non può essere applicata per le spese sostenute nel 2015. Per le spese mediche effettuate nel 2015 il contribuente può esercitare il suo diritto di opposizione comunicandolo direttamente all’Agenzia delle Entrate tramite apposito modello dal 1 ottobre 2015 al 31 gennaio 2016.   L’opposizione all’utilizzo delle spese mediche sostenute nel 2015 può avvenire anche tramite il Sistema di Tessera Sanitaria: il cittadino può accedere tramite PIN 730 Precompilato o Fisconline e negare il suo consenso all’utilizzo per ogni singola spesa sanitaria sostenuta, l’operazione può essere effettuata dal 1 al 28 febbraio 2016.   L’inserimento delle spese mediche all’interno del modello 730 precompilato, se da un lato semplifica la vita al contribuente poiché lo mette nella condizione di accettare il modello precompilato senza effettuare modifiche, dall’altra potrebbe dar fastidio perché non tutti accetteranno l’idea di essere monitorati dal Fisco.

Resta fermo il diritto, per chi effettuerà l’opposizione all’utilizzo dei dati sulle spese sanitarie, di detrarre le spese sanitarie sostenute andando a modificare il 730 precompilato ed inserendole manualmente.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: