Detrazione 50%, scatta la proroga per le ristrutturazioni edilizie

Scatta da oggi, 1 luglio 2013, la proroga della detrazione 50% per interventi di ristrutturazione edilizia a cui viene affiancato il bonus arredamento per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici

di , pubblicato il
Scatta da oggi, 1 luglio 2013, la proroga della detrazione 50% per interventi di ristrutturazione edilizia a cui viene affiancato il bonus arredamento per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici

 Proroga detrazione 50% per lavori di ristrutturazione edilizia, corredato dal bonus arredamento, la detrazione per l’acquisto di mobili e elettrodomestici in vigore dal 1 luglio 2013, anche se gli interventi sono iniziati dal 26 giugno scorso.

Detrazione 36 ristrutturazione edilizia: il D.L. n. 83/2012

E’ stato il decreto legge n. 83/2012 ad elevare la quota di detrazione Irpef per interventi di ristrutturazione edilizia intervenuti dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, dal 36 al 50% con un importo massimo di spesa ammessa al beneficio di 96.000 euro per unità immobiliare contro le precedenti 48mila. Il tutto però aveva una scadenza, ossia 1 luglio 2013.

Detrazione 50 e bonus arredamento: il decreto ecobonus

Ora invece il decreto sugli ecobonus, il decreto legge n. 63/2013 ha prorogato fino alla fine del 2013, la detrazione 50% per interventi di ristrutturazione edilizia, arricchendola con un altro bonus, sempre al 50 per cento, per l’acquisto di mobili fissi con cui arredare l’immobile oggetto di interventi di recupero edile, e anche elettrodomestici, secondo l’emendamento approvato qualche giorni fa ( si veda il nostro articolo  Bonus arredamento esteso agli elettrodomestici).

Proroga detrazione 50%: scatta da oggi

Ebbene , questa proroga della detrazione 50% scatta da oggi, 1 luglio 2013, anche se sono ammesse le spese effettuate già  a parte dal 26 giugno scorso e sarà in vigore fino al 1 gennaio 2014, quando  il bonus ristrutturazione edilizia tornerà nuovamente a ridursi al 36%, sempre se non ci saranno nuovi interventi ad hoc da parte del Governo.

[fumettoforumright]

Detrazione 50%: adempimenti richiesti

Essendo una proroga di una detrazione già in vigore, valgono le stesse regole attualmente in vigore. Quindi tra gli adempimenti richiesti per fruire del bonus 50% si ricordano:

– conservare ed esibire, a richiesta degli uffici delle Entrate, documenti specifici quali comunicazione all’Asl, fatture e ricevute comprovanti le spese sostenute, ricevute dei bonifici di pagamento, domanda di accatastamento (se l’immobile non è ancora censito),  ricevute di pagamento dell’Ici, se dovuta, delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori (per gli interventi su parti comuni di edifici residenziali) e tabella millesimale di ripartizione delle spese, dichiarazione di consenso del possessore dell’immobile all’esecuzione dei lavori, per gli interventi effettuati dal detentore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi, abilitazioni amministrative richieste dalla vigente legislazione edilizia in relazione alla tipologia di lavori da realizzare (concessioni, autorizzazioni, eccetera) o, se la normativa non prevede alcun titolo abilitativo, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui indicare la data di inizio dei lavori e attestare che gli interventi realizzati rientrano tra quelli agevolabili;

– effettuare la comunicazione all’Azienda sanitaria locale, con raccomandata A.

R. che deve contenere le generalità del committente dei lavori e ubicazione degli stessi, la natura dell’intervento da realizzare, i dati identificativi dell’impresa esecutrice dei lavori con esplicita assunzione di responsabilità, da parte della medesima, in ordine al rispetto degli obblighi posti dalla vigente, la normativa in materia di sicurezza sul lavoro e contribuzione, la data di inizio dell’intervento di recupero;

– pagare le spese tramite bonifico bancario o postale da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga, il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

Adempimenti soppressi

Si ricorda infine che per fruire della detrazione ristrutturazione edilizia, dal 14 maggio 2011 è stato soppresso l’obbligo dell’invio della comunicazione di inizio lavori all’Agenzia delle Entrate e quello di indicare il costo della manodopera, in maniera distinta, nella fattura emessa dall’impresa che esegue i lavori. Al posto dell’invio della comunicazione di inizio lavori al Centro operativo di Pescara, è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione.

Argomenti: