Detassazione produttività, niente sanzioni per i sostituti di imposta

Attilio Befera annuncia la sospensione fino a luglio delle sanzioni per i sostituti di imposta in caso di erronea applicazione della tassazione premi di produttività

di , pubblicato il
Attilio Befera annuncia la sospensione fino a luglio delle sanzioni per i sostituti di imposta in caso di erronea applicazione della tassazione premi di produttività
Befera annuncia la sospensione delle sanzioni per i sostituti di imposta

Detassazione premi di produttività senza sanzioni in caso di mancato versamento da parte dei sostituti di imposta.

Detassazione produttività senza sanzioni

Ad annunciarlo il numero uno dell’Agenzia delle entrate, Attilio Befera, che dopo lo stop al pignoramento degli stipendi e delle pensioni da parte di banche  e poste ( si veda il nostro articolo Pignoramento stipendio e pensione, arriva lo stop da Equitalia), dà un’altra buona notizia che riguarda questa volta la tassazione premi di produttività.

L’annuncio di Befera

Befera ha annunciato la partenza da oggi, 23 aprile 2013, di una comunicazione di servizio a cui seguirà una specifica circolare delle Entrate con cui si stabilirà la sospensione a tempo, fino a luglio 2013, dell’applicazione delle sanzioni previste in caso di mancato versamento della tassazione dei premi di produttività da parte dei sostituti di imposta. Una decisione, riguardante circa 600 sostituti di imposta, presa in considerazione per la sfasatura nella sottoscrizione dei contratti collettivi con l’entrata in vigore della detassazione,lanciata dai consulenti del lavoro.

. “Ci sembra giusto che le sanzioni non siano applicate” dice Befera che continua affermando che – “Dovranno essere le stesse imprese a chiedere la sospensione delle sanzioni” – dice Befera – “perché sono loro a conoscere l’entrata in vigore di contratti collettivi sulla produttività”.

Argomenti: