Depositare il testamento olografo e segreto dal notaio: costi e procedura

Quando serve depositare un testamento dal notaio? Quali sono le differenze tra testamento olografo e segreto?

di , pubblicato il
Quando serve depositare un testamento dal notaio? Quali sono le differenze tra testamento olografo e segreto?

Serve depositare il testamento dal notaio? Quello olografo e quello segreto sono due forme di testamento che presentano diversi elementi in comune. Per molti aspetti quindi le regole sono simili ma sussistono delle differenze importanti. Come scrivere un testamento olografo non impugnabile

Testamento segreto: quando è valido

Nel caso di testamento segreto le ultime volontà del de cuius vengono conservate da un soggetto terzo (verosimilmente il notaio) in busta chiusa e svelate solo dopo la morte del testatore.

Gli eredi quindi non conosceranno il contenuto del testamento fino a sopravvenuta morte del de cuius. E’ buona regola lasciare in casa delle indicazioni per il ritrovamento del testamento.   Per la sua natura il testamento segreto depositato dal notaio, a differenza di quello olografo, non richiede la firma e, se firmato su ogni foglio, può anche essere scritto al pc o da terzi. Non è elemento indispensabile neppure la data perché fa fede quella dell’atto di ricevimento. Il testatore deve consegnare al notaio il testamento in busta sigillata personalmente, in presenza dei testimoni (i quali dovranno confermare che nella busta chiusa è contenuto il testamento). L’atto di ricevimento redatto dal notaio deve essere sottoscritto dal testatore e dai testimoni e deve indicare l’avvenuta consegna, la dichiarazione del testatore, il numero e l’impronta dei sigilli e la presenza dei testimoni in tutte le formalità. I costi della procedura possono variare da qualche decina a qualche centinaio di euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: