Denuncia contro ignoti: quando si può fare e a cosa serve

Denuncia contro ignoti: come si fa e quando serve? Ecco cosa sapere

di , pubblicato il
Denuncia contro ignoti: come si fa e quando serve? Ecco cosa sapere

La denuncia contro ignoti è quella che le vittime di un reato sono invitate a sporgere nel caso in cui non siano noti i dati identificativi del colpevole. In alcune circostanze, quando le possibilità di individuare l’autore del sopruso o dell’illecito sono rare se non impossibili, la querela contro ignoti può essere scoraggiante. E’ bene però sapere che denunciare è sempre utile: prima di tutto, ovviamente, per sperare di avere giustizia ma anche perché, e questo è un dovere civico, segnalare una condotta illecita può aiutare a mettere in guardia altre potenziali vittime.

Denuncia o querela: come sapere chi l’ha presentata?

Denuncia contro ignoti, come presentarla

La denuncia può essere presentata in forma orale o scritta. Proprio perché non si conoscono gli estremi del colpevole, e si punta ad individuarlo, più dettagli si riescono a fornire e più la testimonianze potrà essere utile. Pensiamo al caso in cui siate state aggrediti da un estraneo ma lo abbiate visto bene in volto e siate in grado di fornire un identikit dettagliato. Diverso, intuitivamente, è il caso ad esempio di chi trova la macchina parcheggiata danneggiata e deve sporgere denuncia contro ignoti. In questo caso non si potrà fornire un identikit ma la denuncia è comunque importante e dare dettagli sull’orario etc può aiutare ad individuare i colpevoli oppure anche eventualmente riconducendo la fattispecie ad altre simili. Quando più persone, ad esempio, denunciano furti ripetuti in uno stesso quartiere, le forze dell’ordine verosimilmente decideranno di pattugliare la zona con maggiore attenzione.

Per il resto le regole della denuncia contro ignoti sono le stesse che si applicano per quella contro noti, anche per quanto riguarda i limiti temporali.

Argomenti: ,