Decreto Sostegni: slittano ancora i precompilati IVA

Spostata ancora in avanti la data a decorrere dalla quale saranno disponibili i precompilati IVA (registri, LIPE e Modello IVA)

di , pubblicato il
trattamento IVA procedura concorsuale

Il decreto Sostegni, approvato dal Consiglio dei Ministri del 19 marzo 2021, proroga i termini a decorrere dai quali saranno messi a disposizione i precompilati IVA. Stiamo parlando:

  • dei registri delle fatture e degli acquisti
  • delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche dell’IVA (c.d. LIPE)
  • della dichiarazione annuale IVA.

A questo proposito, intendiamo ricordare che il legislatore italiano, con l’art. 16 del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124 (Decreto fiscale 2019), aveva previsto che, a decorrere dalle operazioni IVA effettuate dal 1° luglio 2020, in via sperimentale, l’Agenzia delle Entrate, mettesse a disposizione dei soggetti passivi dell’IVA residenti e stabiliti in Italia, in apposita area riservata del sito internet dell’Agenzia stessa, le bozze dei registri delle fatture e degli acquisti delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche dell’IVA (c.d. LIPE).

Successivamente causa Covid-19, il citato termine è stato spostato alle operazioni IVA effettuate dal 1° gennaio 2021.

Registri IVA, LIPE e Modello IVA: quando saranno precompilati?

Ora in considerazione delle difficoltà che la situazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 sta comportando per gli operatori IVA e per gli intermediari nell’adeguamento delle procedure informatiche connesse alla fatturazione elettronica, con una norma ad hoc inserita nel decreto Sostegni, è stato disposto che

  • l’avvio sperimentale del processo che prevede la predisposizione delle bozze dei registri IVA e delle comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA da parte dell’Agenzia delle Entrate è rinviato alle operazioni IVA effettuate dal 1° luglio 2021
  • a partire dalle operazioni effettuate dal 1° gennaio 2022, la stessa Agenzia delle Entrate metterà a disposizione, anche la bozza della dichiarazione annuale IVA. Se non ci saranno altre proroghe, dunque, il primo modello IVA precompilato sarà il Modello IVA/2023 (anno d’imposta 2022).

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,