Decreto Sostegni, ok alla sospensione degli adempimenti per il professionista che si ammala di Covid

Le scadenze per il libero professionista vengono sospese a partire dal giorno del ricovero o dall'inizio della quarantena.

di , pubblicato il
Le scadenze per il libero professionista vengono sospese a partire dal giorno del ricovero o dall'inizio della quarantena.

L’emendamento al decreto sostegni che prevede la sospensione degli adempimenti in capo al libero professionista che contrae il Covid-19 è finalmente passato nelle commissioni congiunte Bilancio e Finanze del Senato.
i mancati adempimenti fiscali verso la pubblica amministrazione da parte del professionista abilitato “per sopravvenuta impossibilità dello stesso per motivi connessi all’infezione da Coronavirus, si legge nel testo dell’emendamento al dl sostegni, non costituisce inadempimento connesso alla scadenza dei termini medesimi e non produce effetti nei confronti del professionista e del suo cliente”.

Sospensione degli adempimenti in caso di infezione da coronavirus

Con questo emendamento, sostanzialmente, le scadenze vengono sospese a partire dal giorno del ricovero o dall’inizio della quarantena, fino a trenta giorni decorrenti dalla data di dimissione dalla struttura sanitaria o conclusione della quarantena”.
Tali adempimenti dovranno essere eseguiti dal professionista “entro i sette giorni successivi a quello di scadenza del termine del periodo di sospensione”.

Fonte: Ansa.it

 

Articoli correlati

Argomenti: ,