Decreto semplificazioni: testo definitivo approvato

Via libera del Cdm al decreto semplificazioni: dal rilascio dei certificati della PA alle agevolazioni per le assunzioni al sud fino al bollino blu per le auto, ecco come il governo (vorrebbe) semplificare la vita

di , pubblicato il
decreto dignità sanzioni

Il testo definitivo del decreto sulle semplificazioni 2012 è stato approvato oggi da Palazzo Chigi dopo l’inserimento di alcune piccole modifiche. Le novità all’interno del testo sono state imposte dalla ragioneria di Stato è riguarderebbero le norme inerenti la scuola  e nuove disposizioni in merito al rilascio delle concessioni aeroportuali. Inoltre alla fine è saltata anche la norma, presentata dal ministro dei beni culturali Ornaghi, che prevedeva autorizzazioni più semplici per l’apertura di sale cinematografiche sotto i 3 mila posti. Tuttavia dopo l polemiche suscitate, la norma è stata stralciata e l’esecutivo ha dichiarato di voler prendere tempo per poter definire nel dettaglio tutti i punti.

Vediamo quindi, alla luce della definitività del testo del decreto, quali sono i punti salienti.

 

AGEVOLAZIONI ASSUNZIONI SUD: NOVITA’ IN MATERIA DI CREDITO DI IMPOSTA

In materia di assunzioni al sud viene disposta la proroga di un altro anno di quanto riportato nel Dl 70 del 2011 per i contratti a tempo indeterminato. L’agevolazione, consistente in un credito d’imposta in materia di assunzioni, riguarderà tutte le assunzioni fatte entro maggio 2013. L’incentivo garantisce ai datori di lavoro che assumono lavoratori a tempo indeterminato in una delle otto regioni italiane in ritardo di sviluppo di fruire di un credito d’imposta pari al 50 per cento dei costi sostenuti, fino ai 24 mesi successivi all’assunzione, a seconda che gli assunti ricadano o meno nella categoria dei soggetti svantaggiati o meno.

 

APPALTI E FORNITURE: INTRODOTTI CORRETTIVI

Per quanto riguarda il settore degli appalti e forniture, che rappresenta l’8 per cento del pil italiano muovendo 102 miliardi di euro di giro d’affari,  il nuovo decreto inserisce alcuni importanti correttivi.

Inizialmente viene rivisto il sistema sanzionatorio delle imprese che partecipano agli appalti, per cui rischiavano di non partecipare a gare anche se commettevano infrazioni non rilevanti ( pagamento in ritardo di una rata, mancanza di certificati, ecc.) In considerazione del fatto che non partecipare ad appalti per un anno poteva equivalere alla chiusura dell’azienda il sistema sanzionatorio sarà graduale e la punizione verrà decisa dall’autorità dei contratti pubblici. Prevista per il prossimo anno invece la partenza della banca dati dei contratti pubblici, un sistema che consentirà alle piccole e medie imprese di reperire più facilmente certificati e nulla osta, per un risparmio stimato di oltre 1,3 miliardi di euro, e per l’ente appaltante di monitorare con trasparenza l’affidabilità di un’azienda.

 

BOLLINO BLU AUTO RILASCIATO CON REVISIONE MEZZO

Per il settore delle auto viene invece rimodulato il cosiddetto bollino blu,il certificato attestante il rispetto delle emissioni inquinanti dell’auto. Sarà rilasciato parallelamente alla revisione, ovvero dopo 4 anni la prima volta e successivamente ogni 2 anni.

Decade il vincolo dell’invendibilità separata per i posti auto e i box realizzati negli edifici esistenti , che adesso potranno essere venduti anche separatamente rispetto all’abitazione purché l’acquirente destini il posto auto o il box  a pertinenza di una unità immobiliare situata nello stesso comune. In questo modo si tenterà di movimentare il mercato dei box auto, andando a tamponare la richiesta soprattutto nelle grandi città dove vi è più difficoltà a trovare parcheggio.

 

AGENDA DIGITALE E BANDA LARGA IN ITALIA: NUOVA CABINA DI REGIA

In tema di digitale e banda larga creata una cabina di regia che avrà il compito di coordinare tutti gli attori interessati, quali regioni, enti, comuni, per definire l’agenda digitale.  In cima alla lista delle cose da fare la creazione di una banda larga e super larga per colmare il divario che vi è con il resto d’Europa ( basti pensare che circa 3 mila paesi sono  scontano un vero e proprio deficit culturale). Successivamente sarà il turno della creazione di reti all’interno degli enti della pubblica amministrazione in modo tale da permettere di condividere tutte le informazioni in loro possesso e alla creazione del cloud compunting, per il passaggio dei dati de materializzati delle Pa.

Prevista anche la creazione si smart communities, luoghi sul web dove i cittadini potranno scambiare informazioni, pareri, ecc i merito ai servizi resti dagli enti delle pubbliche amministrazioni.

 

DIVIETO CIRCOLAZIONE TIR: NORME PIU’ ELASTICHE

Dopo gli interventi effettuati in materia di autotrasporto con il decreto liberalizzazioni (rimborso trimestrale delle accise e cancellazione del tetto di 250mila euro per le compensazioni dei crediti di imposta ), anche il decreto semplificazioni interviene in questo settore. Viene infatti eliminato il divieto di circolazione dei tir che sussiste nei giorni precedenti o susseguenti quelli festivi, anche se potranno essere decise delle giornate di stop per la tutela dell’incolumità pubblica.

 

ATTESTATO DI PADRONCINO: NON PIU’ NECESSARIA FREQUENZA ESAME

Per il rilascio dell’attestato di padroncino non sarà necessaria la frequenza di un apposito esame di idoneità qualora il candidato abbia conseguito la licenza media e superato un corso di istruzione secondaria di secondo grado. Disposto anche il passaggio da ogni anno ad ogni due anni del controllo dei tachigrafi digitali.

 

CERTIFICATI AMBIENTALI: MENO BUROCRAZIA

Entro sei mesi dovrà essere emanato un decreto che definirà i contorni dell’unica autorizzazione ambientale che andrà a sostituire tutti i certificati, nulla osta, notifiche che vengono rilasciate allo stato attuale. Sempre in materia di tutela dell’ambiente previste alcune novità per le piattaforme off-shore ed i rigassificatori.

 

PRIVATE FINANCING INCENTIVATO

Per quanto riguarda la tutela dei beni culturali si tenta di regolamentare il settore delle sponsorizzazioni private in materia culturale. Dopo l’esperienza del restauro del colosseo da parte di Della Valle, che ha versato oltre 25 milioni di euro, si inseriranno delle modifiche all’art. 199 dei contratti pubblici per meglio disciplinare l’intervento dei privati nel restauro dei beni pubblici.

Inoltre verranno disposte serie semplificazioni in tema di valutazione dell’interesse storico di un bene pubblico. Sarà quindi più semplice verificare se un bene appartenente allo Stato sia di interesse storico o meno ( e quindi sia disponibile alla vendita).

 

CONTROLLI SULLE IMPRESE: INTRODOTTO PIU’ COORDINAMENTO

In tema di imprese diviene obbligatorio per la pubblica amministrazione elencare tutti i controlli a cui sono soggette le attività commerciali ed inserirle in un sito ove sono specificate anche le modalità di controllo e la frequenza. Inoltre i controlli saranno assoggettati ad alcuni regolamenti che verranno redatti seguendo i principi di evitare le duplicazioni,la cancellazione delle attività di controllo non necessarie rispetto alla tutela degli interessi pubblici; il coordinamento e la programmazione delle verifiche, da parte delle Pa, in modo da assicurare la tutela dell’interesse pubblico evitando sovrapposizioni, collaborazione tra le parti.

Per gli esercizi commerciali verranno cassate le chiusure obbligatorie previste nelle giornate festive e di domenica. In questo modo di permetterà anche ai panificatori di sfornare il pane di domenica. Previsti anche meno vincoli per la fornitura di generi alimentari in sagre e feste: basterà un dichiarazione di inizio attività non certificata.

 

ASSEGNI DI RICERCA: PROCEDURE PIU’ SNELLE

Incentivato anche il settore della ricerca con l’eliminazione di alcune fasi per la concessione di incentivi agli under 40 e fondi italiani ed europei. Per i giovani ricercatori under 40 previsto uno stanziamento pari al 10 per cento del fondo per la ricerca scientifica e tecnologica. Altra agevolazione è quella che consiste nel collocamento in aspettativa senza assegni per il periodo massimo di durata della borsa di ricerca per i ricercatori che appartengono agli enti di ricerca e le università.

 

CERTIFICATI DI NASCITA E RESIDENZA: PIU’ SPAZIO AL WEB

Tempi più brevi per il rilascio di alcuni certificati da parte della Pa 8 certificati di nascita, residenza, morte) e per l’aggiornamento delle liste elettorali o del luogo di residenza, grazie ai nuovi interventi telematici. Incrementata da 5 a 10 anni la durata di alcun essere per gli appartenenti ad amministrazioni statali ( polizia di stato, polizia giudiziaria) ed allungamento della durata della carta d’identità sino al giorno del compleanno. L’innovazione ed il passaggio telematico porterà risparmi di costi quantificati in 10 milioni di euro.

 

NOMINE: ATTILIO BEFARA CONFERMATO ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Inoltre nel consiglio dei ministri è stata anche l’occasione per confermare o nominare alcune alte cariche all’interno dell’apparato burocratico statale. Confermato Befera alla guida dell’agenzia delle entrate e Canzio come ragioniere generale dello Stato mentre Giorgio Giovannini, presidente del Tar del Lazio, è stato nominato presidente aggiunto del Consiglio di Stato, e Pierluigi Cacioppo è il nuovo Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto.

Argomenti: