Decreto semplificazioni: dopo l’ok del Senato si attende la Camera

È stato approvato dal Senato il testo di conversione in legge del decreto semplificazione. Ora si attendere il parere della Camera

di , pubblicato il
È stato approvato dal Senato il testo di conversione in legge del decreto semplificazione. Ora si attendere il parere della Camera

Con 157 voti favorevoli, 82 contrari e un solo astenuto, nella seduta parlamentare di venerdì 4 settembre 2020, il Senato ha approvato l’emendamento interamente sostitutivo del DDL dell’articolo unico del DDL di conversione del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 (c.d. decreto semplificazioni), sul quale, nella stessa seduta, il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, a nome del Governo, aveva posto la questione di fiducia.

Pagamento in contanti: quali spese sanitarie posso detrarre?

Come si apprende anche dal Comunicato stampa di Palazzo Madame, l’esame del testo, era stato avviato nella seduta del 2 settembre con le relazioni della senatrice Sudano e del senatore Garruti ed è proseguito nella seduta del 3 settembre, quando si è conclusa la discussione generale. Le Commissioni riunite Affari costituzionali e Lavori pubblici avevano licenziato il provvedimento per l’Aula mercoledì 2 settembre. Nel dettaglio, il testo licenziato dal senato si compone di IV titoli:

  • Titolo I – “Semplificazioni in materia di contratti pubblici ed edilizia”;
  • Titolo II – “Semplificazioni procedimentali e responsabilità”;
  • Titolo III – “Misure di semplificazione per il sostegno e la diffusione dell’amministrazione digitale”;
  • Titolo IV – “Semplificazione in materia di attività d’impresa, ambiente e green economy”.

Ora il provvedimento è passato alla Camera per la definitiva conversione in legge che dovrebbe avvenire entro il prossimo 14 settembre.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: