Con il decreto Ristori bollette elettriche meno costose

Nel 2021 l’utenza elettrica delle attività colpite dalla crisi economica da Covid-19 costerà di meno

di , pubblicato il
Nel 2021 l’utenza elettrica delle attività colpite dalla crisi economica da Covid-19 costerà di meno

Con l’intento di alleviare il peso delle quote fisse delle bollette elettriche in particolare in capo alle piccole attività produttive e commerciali, gravemente colpite dall’emergenza Covid-19, il decreto Ristori, come convertito definitivamente in legge, ha istituito un fondo di 180 milioni di euro per il 2021, finalizzato a ridurre nel prossimo anno la bolletta dell’utenza elettrica.

Oggetto del beneficio saranno le utenze elettriche connesse in bassa tensione diverse dagli usi domestici che, alla data del 25 ottobre 2020, hanno la partita IVA attiva e che dichiarano di svolgere come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati negli allegati al decreto Ristori stesso.

La riduzione sarà circoscritta alle voci della bolletta identificate come

  • “trasporto e gestione del contatore”
  • e ”oneri generali di sistema”.

Il compito di ARERA nella riduzione della bolletta elettrica

Come si evince anche dalla relazione illustrativa al decreto, si demanda all’ARERA (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) di rideterminare, con propri provvedimenti, senza aggravi tariffari per le utenze interessate e in via transitoria, le tariffe di distribuzione e di misura dell’energia elettrica nonché le componenti a copertura degli oneri generali di sistema.

La stessa ARERA dovrà definire anche il periodo temporale di rideterminazione delle tariffe e delle componenti e le relative modalità attuative ai fini del rispetto della spesa autorizzata.

In particolare, il decreto Ristori stabilisce che per le utenze con potenza disponibile superiore a 3,3 kW, le tariffe di rete e gli oneri generali saranno rideterminati dall’Autorità al fine di ridurre la spesa applicando una potenza “virtuale” fissata convenzionalmente pari a 3 kW.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,