Decreto Ristori 5: Bonus e Contributi a Fondo Perduto, a prescindere dal Codice Ateco e dal colore della regione

Non dovrebbero più essere previsti dei limiti a specifici codici Ateco, come anche quelli relativi al colore della regione di appartenenza.

di , pubblicato il
aiuto

I nuovi bonus e contributi a fondo perduto del Decreto Ristori 5, di prossima emanazione, dovrebbero interessare una platea decisamente più ampia di potenziali beneficiari.

Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, dovrebbero sparire i limiti dei codici ateco, come anche quelli relativi al colore della regione di appartenenza dell’attività economica di riferimento.

In altre parole, i vari bonus e finanziamenti a fondo perduto saranno estesi a tutti i soggetti titolari di partita iva, i quali dovranno solamente dimostrare di aver subito un calo del fatturato a causa dalla situazione di emergenza sanitaria del coronavirus e delle relative politiche di contenimento adottate dal nostro Paese.

Decreto ristori 5, in arrivo i nuovi Bonus

Le nuove indennità del “Decreto Ristori 5” saranno accreditate ad una platea più ampia di beneficiari, e non soltanto a soggetti con specifici codici Ateco o altri limiti relativi al colore della regione di appartenenza dell’attività economica di riferimento.

Bonus e contributi a fondo perduto, a partire dal prossimo decreto, dunque, dovrebbero essere estesi a tutti i soggetti titolari di partita iva. Anche ai professionisti (commercialisti, avvocati, ecc.).

Per poter ottenere le indennità, i soggetti interessati dovranno solamente dimostrare di aver subito un calo del fatturato a causa dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo e delle relative politiche di contenimento adottate dal nostro Paese.

Ad ogni modo, per avere ulteriori dettagli di queste nuove misure, bisognerà ancora attendere la pubblicazione e quindi la lettura del testo definitivo del decreto ristori 5.

Articoli correlati

Argomenti: ,