Decreto ecobonus convertito in legge: ecco tutte le novità

Convertito in legge ieri, 30 luglio 2013, il decreto sugli ecobonus che proroga la detrazione 50 per la ristrutturazione edilizia, innalza quella per lavori di risparmio energetico, insieme a tante altre novità

di , pubblicato il

Convertito in legge il decreto ecobonus sulla casa, il decreto legge 4 giugno 2013, n. 63 che ha prorogato al 2013 la detrazione 50% per lavori di ristrutturazione edilizia, ha aumentato la detrazione risparmio energetico dal 55 al 65% e ha introdotto il cd bonus mobili, insieme a tante altre novità.

 Decreto ecobonus convertito in legge

 Il disegno di legge di conversione del decreto legge 4 giugno 2013 n. 63 è stato approvato ieri, 31 luglio 2013, con modificazioni dalla Camera con 480 voti a favore e 1 astenuto. Viene così recepita la direttiva europea sulla prestazione energetica degli edifici e soprattutto la proroga fino al 31 dicembre e delle detrazioni fiscali riguardanti da una parte il bonus 50% e dall’altra il bonus 65%, insieme a tante altre novità. Vediamo quali sono.

Decreto ecobonus convertito in legge 

Convertito in legge il decreto ecobonus sulla casa, il decreto legge 4 giugno 2013, n. 63 che ha prorogato al 2013 la detrazione 50% per lavori di ristrutturazione edilizia, ha aumentato la detrazione risparmio energetico dal 55 al 65% e ha introdotto il cd bonus mobili, insieme a tante altre novità. Il disegno di legge di conversione del decreto legge 4 giugno 2013 n. 63 è stato approvato ieri, 31 luglio 2013, con modificazioni dalla Camera con 480 voti a favore e 1 astenuto. Viene così recepita la direttiva europea sulla prestazione energetica degli edifici e soprattutto la proroga fino al 31 dicembre e delle detrazioni fiscali riguardanti da una parte il bonus 50% e dall’altra il bonus 65%, insieme a tante altre novità. Vediamo quali sono.

 Detrazione 50 ristrutturazione edilizia: cosa cambia

 Innanzitutto il decreto approvato il 4 giugno scorso ha prorogato la detrazione 50% per lavori di ristrutturazione edilizia per tutto il 2013, insieme all’aggiunta della detrazione Irpef, sempre al 50 per cento, per il soggetto che, insieme ai lavori di recupero edilizio, acquista mobili fissi per arredare lo stesso immobile da ristrutturare.

 Bonus mobili

 Mobili fissi intesi come cucina, libreria, letti, inclusi gli elettrodomestici. (Si veda il nostro articolo Detrazione 50% per l’acquisto di mobili, ecco il “bonus arredamento”). Negli emendamenti al decreto ecobonus vengono così fatti rientrare nell’agevolazione 650% gli acquisti di mobili ed elettrodomestici.

 Detrazione 65 risparmio energetico: tutte le novità

Per ciò che invece riguarda la detrazione risparmio energetico, questa viene aumentata dal 55 al 65%. Il decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013, ha innalzato dal 55% al 65%la percentuale di detrazione delle spese sostenute nel periodo che va dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del decreto) al 31 dicembre 2013. Per gli interventi relativi alle parti comuni degli edifici condominiali, o per quelli che riguardano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, la detrazione del 65% è invece prorogata al 30 giugno 2014. (Per maggiori dettagli si vedano i nostri articoli Detrazione 65%, in Gazzetta il decreto sugli ecobonus). Negli emendamenti al decreto in questione è stata inserita tra i lavori agevolati anche l’installazione di caldaie. Ciò significa che la detrazione 65% è ora riconosciuta se le spese sono state sostenute per la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, il miglioramento termico dell’edificio (finestre, comprensive di infissi, coibentazioni, pavimenti), l’installazione di pannelli solari e la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, nonché l’installazione di caldaie e pompe di calore. (Si veda il nostro articolo Detrazione 65%, bonus esteso alle caldaie). Sempre in riferimento al bonus 65%, si include nel novero dei lavori agevolati anche le spese non ricostruttive dopo un terremoto ma preventive, ossia interventi di adeguamento antisismico degli edifici Per tutto il 2013 ( si rinvia al nostro articolo Detrazione 65% estesa ai lavori di adeguamento antisismico).

[fumettoforumright]

Attestato qualificazione energetica

Ma le novità nel decreto ecobonus convertito in legge non si fermano qua. Per ciò che riguarda i controlli relativi agli attestati di prestazione energetica, alle relazioni tecniche, alle asseverazioni di conformità, all’attestato di qualificazione energetica, effettuati dalle autorità competenti che ricevono i documenti, si prevede nella legge di conversione del decreto che siano periodici e diffusi.

Per ciò che riguarda poi gli edifici vincolati, esclusi dall’applicazione delle regole sul rendimento energetico degli edifici , spetta alle amministrazioni titolari delle autorizzazioni relative al vincolo a chiarire se il rispetto della prescrizione imposta implichi un’alterazione sostanziale del carattere o aspetto dell’edificio con particolare riferimento ai profili storici, artistici e paesaggistici.

Depurazione acque contaminate da arsenico

Tra gli interventi agevolati rientra anche, secondo gli emendamenti approvati, l’installazione di impianti di depurazione delle acque da contaminazione di arsenico di tipo domestico, produttivo e agricolo nei comuni dove è stato rilevato il superamento del limite massimo di tolleranza stabilito», ovvero «dove i sindaci sono stati costretti ad adottare misure di precauzione o di divieto all’uso di acqua per i diversi impieghi». 

Argomenti: