Decreto “del fare”, ecco tutte le novità adottate dal Cdm

Dallo stop al pignoramento sulla prima casa a rate Equitalia più lunghe, fino alla reintroduzione della mediazione civile obbligatoria. Tutte le novità nel decreto del fare approvato sabato dal Consiglio dei ministri

di , pubblicato il
Dallo stop al pignoramento sulla prima casa a rate Equitalia più lunghe, fino alla reintroduzione della mediazione civile obbligatoria. Tutte le novità nel decreto del fare approvato sabato dal Consiglio dei ministri
Il Premier Letta con il vice Alfano e il ministro dell’economia Saccomanni alla conferenza stampa subito dopo l’adozione del decreto

Stop al pignoramento sulla prima casa, rate Equitalia più lunghe, taglio delle bollette elettriche, incentivi alle imprese, bonus agli studenti più bravi e tasse agevolati alle piccole imprese. Sono queste alcune delle novità più importanti contenute nel nuovo decreto sviluppo del Governo Letta e ribattezzato decreto del fare, approvato sabato nel Consiglio dei ministri.

 Pignoramento prima casa

 Partendo dal pignoramento, si stabilisce lo stop per la prima casa per chi ha debiti con il fisco fino a 120 mila euro. Il divieto di pignoramento sulla prima casa è possibile solo se l’abitazione non sia di lusso. (Si veda il nostro articolo Stop pignoramento prima casa, in arrivo il decreto “del fare”).

 Rate Equitalia

 Il decreto del fare prevede anche la possibilità di allungare le rate Equitalia fino a 120 e non più 72. Inoltre si potranno inoltre saltare fino a otto rate e non più due, anche non consecutive, prima che decada il beneficio della rateizzazione Equitalia.

 Taglio bollette luce

 Una riduzione di 500 milioni all’anno per le bollette elettriche è l’impegno programmato dal Governo a tutto vantaggio dei consumatori.

 Borse di mobilità per gli studenti

 Misure per i giovani come le cosiddette borse per la mobilità, con un plafond di 19 milioni di euro in favore di meritevoli che devono iscriversi nell’anno accademico 2013-2014 a corsi di laurea (anche magistrali) in università statali o non statali (ma non a quelle telematiche) fuori dalla propria regione.

 Tassi agevolati piccole imprese

 Per le piccole imprese il decreto del fare prevede delle concessioni fino a 5 miliardi di prestiti a tasso agevolato per comprare macchinari, impianti e attrezzature nuove a uso produttivo, entro il 2016, con durata massima di 5 anni per un valore massimo di 2 milioni di euro per ciascuna impresa.

 Tassa barche: la nuova versione

 Il decreto del fare introduce una nuova versione della cosiddetta tassa sulle barche, dopo il flop di quella introdotta dal precedente Governo, che si riduce sulle imbarcazioni fino a 14 metri, mentre da 14 a 17 metri, l’importo scende da 1.740 a 870 euro, da 17,01 a 20 da 2.600 a 1.300.

 Mediazione civile obbligatoria: a volte ritornano

 Dopo la bocciatura della Corte, ritorna in via obbligatoria la mediazione civile che permetterà, secondo le stime del Governo, di tagliare un milione di processi in cinque anni. 

 Wi fi

 Liberalizzazione completa del Wi fi, senza necessità di chiedere l’accesso a internet tramite l’identificazione per legge e la connessione avverrà senza passaggi di registrazione per l’utente finale nelle zone pubbliche.

Argomenti: ,