Curriculum in inglese: i 7 errori più comuni che fanno gli italiani

Per trovare lavoro all'Estero si parte dal curriculum: ecco come redigere un curriculum in inglese evitando gli errori più comuni.

di , pubblicato il
Per trovare lavoro all'Estero si parte dal curriculum: ecco come redigere un curriculum in inglese evitando gli errori più comuni.

Per trovare lavoro all’Estero, il punto di partenza fondamentale è lo stesso che vale per la ricerca di un impiego in Italia: un buon curriculum in inglese. Redigere un curriculum in inglese non è un’operazione complicata, anche perché le regole di base sono simili a quelle che seguite per scriverne uno in italiano. Tuttavia, anche nei curriculum ci sono differenze tra l’Italia e i Paesi in cui la lingua inglese è dominante: non ci si può limitare a tradurre il proprio curriculum parola per parola.

Ecco una serie di errori più comuni da evitare per un perfetto curriculum in inglese:

 

  • primo errore: è quello di scrivere un curriculum in inglese pieno di errori grammaticali. E’ importante, prima di spedire il curriculum, rileggerlo molte volte e verificare l’uso dei verbi;
  • secondo errore: è quello di scrivere un curriculum in inglese adoperando un linguaggio informale. Questo è un errore frequente, accade quando si traducono in modo troppo letterale intere frasi e periodi;
  • terzo errore: è quello di copiare il curriculum in inglese da altri curriculum o siti di riferimento. Copiando da altri si rischia di commettere più errori e apparire poco professionale;
  • quarto errore: è quello di redigere un curriculum troppo lungo e con troppe informazioni. Un curriculum deve essere sintetico e con le giuste informazioni, per non annoiare l’esaminatore che leggerà il vostro curriculum;
  • quinto errore: è quello di non mettere in evidenza le mansioni, è bene dare una breve descrizione di ogni mestiere svolto. Inoltre nell’elencare competenze e attitudini, evitate le espressioni abusate come: excellent communication skills, goal-driven, strong work ethic, multi-tasker, personable presenter, goal-oriented, detail-oriented.
  • sesto errore: è quello di non indicare il ruolo, nel curriculum vitae in inglese non basta indicare sono l’azienda presso la quale si è lavorato, ma è necessaria una breve descrizione della mansione ricoperta nei vari periodi lavorativi;
  • settimo errore: bisogna cercare di usare gli elenchi puntati. Fate attenzione, alle impostazioni grafiche come l’impaginazione, la spaziatura e l’allineamento del testo del vostro curriculum in inglese. Per dare un’impressione di professionalità è necessario che il design del documento sia sobrio e che non ci siano errori.
    Un dettaglio fuori posto può dare un’idea di sciatteria.

Ti potrebbe interessare anche: Cv in inglese: quando serve e come scriverlo Conoscenza inglese nel curriculum: le professioni in cui serve a guadagnare di più Conoscenza inglese nel curriculum: le professioni in cui serve a guadagnare di più

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: