Cud 2011 – Parte A: guida alla compilazione

CUD 2011 PARTE A Nella parte indicata con la lettera A, dati generali, occorre inserire i dati anagrafici del contribuente insieme al domicilio fiscale al 1° gennaio 2010. Gli altri campi relativi alla residenza fiscale ( al 31 dicembre 2010 ed al 1° gennaio 2011 ) devono essere compilati solo se si effettuano cambi di […]

di Alessandra M., redazione Investireoggi.it, pubblicato il

CUD 2011 PARTE A

Nella parte indicata con la lettera A, dati generali, occorre inserire i dati anagrafici del contribuente insieme al domicilio fiscale al 1° gennaio 2010. Gli altri campi relativi alla residenza fiscale ( al 31 dicembre 2010 ed al 1° gennaio 2011 ) devono essere compilati solo se si effettuano cambi di residenza durante l’ anno precedente. E’ utile ricordare che ai fini del domicilio fiscale, questo si ritiene variato dopo il sessantesimo giorno dal cambiamento di residenza.

Cud 2011 punto 8 – Il punto 8 viene compilato se il datore di lavoro ha versato contributi o  TFR ad una forma di previdenza complementare o individuale. In alternativa il campo è compilato se è stato direttamente il contribuente ha versare contributi ad una forma di previdenza complementare.

Cud 2011 punto 9 – Al punto 9 deve essere indicata la data di iscrizione al fondo di previdenza complementare effettuata successivamente alla data di entrata in vigore del D. Lgs 252/2005, in relazione ai lavoratori di prima occupazione a decorrere dal 1° gennaio 2007.

Cud 2011 punto 11 – Il punto 11 riporta invece i contribuenti che siano oggetto di eventi eccezionali. In questo caso occorre inserire :

  • Codice 1 – Per le vittime di richieste estorsive per i quali l’ articolo 20, comma 2, della legge 23 febbraio 1999, n. 44, ha disposto una proroga per la scadenza degli adempimenti fiscali ricadenti entro un anno dall’ evento eccezionale;
  • Codice 3 – Per i contribuenti residenti  nei comuni abruzzesi colpiti dal terremoto in data 6 aprile 2009. Per questi è stata prevista la sospensione del versamento dei tributi e degli adempimenti per il periodo che va dal 6 aprile al 30 novembre 2009. Ultimamente tali termini sono stati prorogati al 30 giugno;
  • Codice 6 – Per i contribuenti che sono stati interessati dagli eventi alluvionali accaduti in Veneto dal 31 ottobre al 2 novembre 2010. Per tali contribuenti è stata prevista la sospensione dei tributi dal 31 ottobre 2010 al 20 dicembre 2010. Recentemente i termini di sospensione sono stati spostati sino al 30 giugno 2010;
  • Codice 9 – per tutti i contribuenti colpiti da eventi eccezionali diversi dai precedenti;

Se un contribuente ricade in più “eventi eccezionali” occorre indicare il codice che prevede il periodo di versamento più lungo.

Ai punti 14 e 19 occorre inserire il codice del comune ove occorre pagare l’ addizionale comunale. Per i residenti all’ estero occorre indicare il comune dove si è prodotto il reddito oppure se il reddito è stato prodotto in più comuni occorre inserire il comune dove si è prodotto il reddito più elevato. La lista dei codici dei comuni è comunque consultabile sul sito dell’ agenzia delle entrate (www.agenziaentrate.it).

Familiari a carico detrazioni

Infine nelle detrazioni, codice BO, è prevista l’ indicazione dei dati anagrafici relativi ai familiari a carico. In particolare occorre indicare i dati anagrafici, il grado di parentela, il numero dei mesi a carico, se il figlio è inferiore ai 3 anni, percentuale di detrazione spettante e percentuale di detrazione spettante per famiglie numerose.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditi e Dichiarazioni