Credito d’imposta sanificazione: ancora pochi giorni per l’invio della comunicazione

Mentre la comunicazione delle spese che danno diritto al credito d’imposta sanificazione è in scadenza tra qualche giorno, quella relativa al credito d’imposta adeguamento scadrà nel 2021

di , pubblicato il
Mentre la comunicazione delle spese che danno diritto al credito d’imposta sanificazione è in scadenza tra qualche giorno, quella relativa al credito d’imposta adeguamento scadrà nel 2021

Ancora pochi giorni e scadrà la possibilità di presentare all’Agenzia delle Entrata la comunicazione delle spese necessaria per godere del credito d’imposta per la sanificazione ambienti di lavoro ed acquisto dispositivi di protezione. Il termine ultimo, infatti, è stabilito al 7 settembre 2020.

Credito d’imposta sanificazione ed adeguamento luoghi di lavoro

È stato il decreto Rilancio ad introdurre, a fronte dell’emergenza sanitaria Covid-19 ed al fine di accompagnare la riapertura in sicurezza delle attività economiche, un doppio credito d’imposta. In particolare si tratta:

  • del credito d’imposta per spese 2020 inerenti agli interventi e gli investimenti necessari per far rispettare le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del virus Covid-19 (“credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro”);
  • del credito d’imposta per spese 2020 inerenti alla sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati, nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti (“Credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione”).

I criteri e le modalità di fruizione dei due benefici sono stati definiti con il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate 10 luglio 2020 e tutti i chiarimenti necessari sono contenuti nella Circolare n. 20/E del 2020.

La comunicazione delle spese segue scadenze diverse

Per poter accedere al credito d’imposta i contribuenti interessati devono comunicare all’Agenzia delle Entrate l’ammontare delle spese ammissibili sostenute fino al mese precedente alla data di sottoscrizione della comunicazione stessa e l’importo che prevedono di sostenere successivamente, fino al 31 dicembre 2020.

La comunicazione riguarda entrambi i crediti d’imposta e va fatta utilizzando l’apposito modello da trasmettere esclusivamente in modalità telematica, sia direttamente sia avvalendosi di un intermediario, utilizzando l’applicativo web dedicato disponibile in area riservata (Entratel/Fisconline) o i tradizionali canali telematici dell’Agenzia.

Sono, tuttavia, previste finestre temporali diverse. Infatti, per il credito d’imposta “sanificazione ed acquisto DPI”, la comunicazione potrà essere inviata fino a 7 settembre 2020 (la finestra si è aperta il 20 luglio 2020). Quella riferita a credito d’imposta adeguamento, invece, potrà essere trasmessa fino al 30 novembre 2021 (anche qui la finestra si è aperta il 20 luglio 2020) e nel caso in cui sia inviata dopo il 31 dicembre 2020, devono essere indicate esclusivamente le spese ammissibili sostenute nel 2020.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,