Cosa significa la vittoria del NO al referendum a livello fiscale?

Dopo la vittoria del NO al referendum di ieri gli occhi sono tutti puntati sulle dimissioni di Renzi. Ma oltre all'aspetto politico, a livello fiscale che cosa succederà?

di , pubblicato il
Dopo la vittoria del NO al referendum di ieri gli occhi sono tutti puntati sulle dimissioni di Renzi. Ma oltre all'aspetto politico, a livello fiscale che cosa succederà?

Il referendum costituzionale di ieri ha visto il trionfo del NO e come primo effetto, preannunciato, potrebbero esserci le dimissioni di Renzi. Il premier si recherà oggi stesso da Mattarella, che comunque ha già lasciato intendere che l’accettazione delle dimissioni non sarà scontata. Ma aldilà di questo aspetto meramente politico, quali saranno le conseguenze a livello fiscale?

Vittoria NO al referendum: cosa cambia per le tasse

Sul fronte fiscale quali possono essere gli effetti del referendum costituzionale? Il quesito di ieri non riguardava propriamente le tasse eppure molti italiani, nei sondaggi pre-referendum, hanno dichiarato di votare, SI o No rispettivamente, per questo motivo. E’ innegabile tuttavia che alcuni effetti indiretti potrebbero esserci: in particolare Confedilizia ha evidenziato i rischi di aumento delle tasse sugli immobili.

Leggi anche:

Referendum, vince il NO: l’impatto sulle tasse

Dopo la vittoria del NO aumenteranno le tasse sulla casa?

Vittoria NO al referendum: Italia fuori dall’Euro

Altro timore legato all’esito del referendum sul fronte fiscale, e non solo, è la possibilità di uscita dall’Euro. Qualcuno parla di Italexit. Le prossime settimane saranno determinanti per capire che cosa succederà e quale impatto avrà questa eventualità a livello fiscale.

Dopo il No al Referendum l’Italia uscirà dall’Euro?

Argomenti: ,