Corsa al bonus TV: realisticamente quanto potrà durare lo sconto?

La normativa stabilisce che il bonus tv non è per sempre limitandolo sia nel tempo sia nella disponibilità delle risorse

di , pubblicato il
Bonus Tv con rottamazione, come capire se serve davvero un nuovo schermo piatto

Il 23 agosto è partito ufficialmente il nuovo bonus tv (senza ISEE). Si tratta dello sconto del 20% sul prezzo di acquisto del nuovo televisore in sostituzione del vecchio in considerazione del passaggio al nuovo standard della televisione digitale terrestre (DVB-T 2 con codifica Hevc main 10).

Il beneficio può arrivare all’importo massimo di 100 euro ed è applicato direttamente dal venditore il quale poi lo recupera nella forma del credito d’imposta.

Ad ogni modo il bonus tv non è per sempre. Vediamo fino a quando potrà essere richiesto.

I requisiti per avere il beneficio

In primis dobbiamo ricordare che per ottenerlo occorre rispettare (congiuntamente) tre requisiti fondamentali, ossia:

  • avere la residenza in Italia
  • essere in regola con l’abbonamento RAI per il possesso del televisore in casa
  • rottamare, a fronte dell’acquisto, il vecchio televisore non in linea con il nuovo standard di ricezione del digitale terrestre (la rottamazione può essere fatta presso lo stesso rivenditore o anche presso punti di discarica autorizzati).

La durata del bonus Tv

Come anticipato il bonus tv in commento non è per sempre. Il legislatore, infatti, lo limita sia nel tempo sia nelle risorse.

La normativa di riferimento, per ora stabilisce che il bonus tv è in essere fino a tutto l’anno 2022. Quindi, potrà essere richiesto per acquisti fatti nel periodo 23 agosto 2021 – 31 dicembre 2022.

Tuttavia, allo stesso tempo, si stabilisce che ciò sarà possibile, comunque, fino ad esaurimento delle risorse stanziate a tale scopo (250 milioni di euro). Ciò sta significando che se tali risorse dovessero esaurirsi prima del 31 dicembre 2022, il bonus tv scomparirà prima di tale data (cosa abbastanza plausibile visto la stima che entro il 2023 dovranno essere sostituiti circa 30 milioni di televisori).

Questo vuol dire anche che chi prima arriva prima alloggia. Potrebbe accadere che un soggetto a gennaio 2022 voglia sostituire il suo vecchio televisore ma non potrà godere del bonus in quanto le risorse sono già finite.

Ecco perché molti si stanno affrettando ad acquistare il nuovo apparecchio e ciò ha portato con se anche un incremento dei costi. Si è rilevato, infatti, in alcuni casi un innalzamento dei prezzi dei televisori di circa 100 euro (vale a dire il valore massimo ottenibile del bonus Tv).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,