Coronavirus: sospesi i concorsi pubblici a Roma

Sospesi tutti i concorsi pubblici nazionali a Roma quale misura precauzionale. Presto anche Regioni e Comuni potrebbero seguire l’esempio.

di , pubblicato il
Sospesi tutti i concorsi pubblici nazionali a Roma quale misura precauzionale. Presto anche Regioni e Comuni potrebbero seguire l’esempio.

L’emergenza coronavirus arriva anche nella capitale. A Roma, il sindaco Virginia Raggi, con un’ordinanza urgente, ha sospeso l’esecuzione di tutti i concorsi pubblici nazionali che si svolgono periodicamente nella capitale.

La decisione è arrivata ieri in seguito all’incontro tenutosi a Roma tra i vertici dell’amministrazione capitolina, con membri del governo e della Regione Lazio a scopo precauzionale. Come precisato dall’ordinanza comunale, la misura è stata decisa facendo seguito alle numerose azioni finalizzate al contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica COVID-19, volte a prevenire e contrastare l’ulteriore trasmissione del virus.

Sospesi concorsi pubblici a Roma

I primi interessati sono in partecipanti a due concorsi banditi dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali in programma per il 24, 25 e 26 febbraio 2020 presso la Scuola di Formazione e Aggiornamento del Corpo di Polizia e del personale dell’Amministrazione Penitenziaria di Roma. Altri però potrebbero seguire a ruota in attesa di capire come si evolverà la gestione dell’emergenza sanitaria sul territorio nazionale. Per questo concorso a Roma erano attesi circa 3.600 candidati, provenienti da tutto il territorio nazionale. Al momento non è dato sapere il periodo di sospensione, al momento a “tempo indeterminato”, ma è ragionevole ipotizzare che sarà la Protezione Civile a fornire ulteriori dettagli in materia.

Anche Regioni e Comuni potrebbero seguire

Analoghi provvedimenti saranno comunque adottati anche dalle singole Regioni e Comuni coinvolti nel contenimento della diffusione del virus. Selezioni e concorsi saranno dunque sospesi anche a livello regionale in Lombardia e Veneto, oltre che nel Lazio. La sospensione per Roma Capitale ha validità da lunedì 24 febbraio fino all’emanazione del DPCM in fase di pubblicazione dove verranno precisate ulteriori date o sedi alternative per lo svolgimento dei concorsi.

Non è escluso anche il ricorso a metodi alternativi via internet laddove possibile utilizzando i canali forniti dalle pubbliche amministrazioni per le videoconferenze o per i test online a distanza.

Argomenti: ,