Controllo conti correnti, in arrivo la super Anagrafe del Fisco

Entro fine mese l'invio di tutti i movimenti dei conti correnti da parte della banche al Fisco, il tutto in nome della lotta all'evasione fiscale

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il

 Controllo dei conti correnti nella Super Anagrafe del Fisco, strumento importante nella lotta all’evasione fiscale, al via con l’invio entro venerdì 31 gennaio 2014 dei dati riguardanti i movimenti bancari del 2011.

 Controllo conti correnti: invio entro fine mese

Chiamati all’invio sono gli istituto di credito e altri intermediari finanziari che dovranno concludere le operazioni di invio relative all’anno 2011 entro il 31 gennaio prossimo. Banche, istituti di credito e intermediari finanziari avranno così l’obbligo di comunicare i dati dei conti correnti degli italiani, che saranno raggruppati in una Super Anagrafe da cui, tramite vari incroci e controlli, verranno pescati nomi di potenziali evasori fiscali.  Saranno svelati al Fisco tutti i movimenti dei conti correnti come:

  •  il  saldo iniziale e finale,
  • dati identificativi del rapporto, compreso il codice univoco del rapporto, riferito al soggetto persona fisica o non fisica che ne ha la disponibilità, inclusi procuratori e delegati, e a tutti i cointestatari del rapporto, nel caso di intestazione a più soggetti,  
  •  rapporti accesi nel corso dell’anno e quelli chiusi,
  •  dati relativi agli importi totali delle movimentazioni distinte tra dare ed avere per ogni tipologia di rapporto, conteggiati su base annua.

 Per effettuare tali comunicazioni, è l’Agenzia delle entrate che ha messo a disposizione sul proprio sito istituzionale la piattaforma SID, acronimo di “Sistema di Interscambio flussi dati”, tramite la quale gli operatori finanziari comunicano con il Fisco. (Per maggiori informazioni sul SID, si rinvia al nostro articolo Controllo conti correnti al via, il Fisco non avrà più segretiControllo conti correnti, ecco il provvedimento attuativo). 

 Controllo conti correnti, redditometro e spesometro

 Il controllo conti correnti arricchisce l’arsenale del Fisco insieme al redditometro,  lo strumento di accertamento sintetico del reddito del contribuente che consente attraverso l’incrocio tra i redditi dichiarati e le spese effettuate, di scovare potenziali evasori fiscali  (si veda Redditometro 2013 solo per spese certe. Ecco l’analisi del Garante della privacyRedditometro 2013, stop ai controlli fiscali. L’annuncio di Befera) e allo spesometro, la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, l’Iva, con importo pari o superiore a 3600 euro ( si veda  Spesometro 2014, scadenza vicina. Ecco quando), per gli strumenti di lotta all’evasione fiscale che saranno poi utilizzati per stanare gli evasori fiscali.

 

Potrebbe interessarti anche:

 Controllo conti correnti al via, da oggi non ci saranno più segreti per il Fisco

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Evasione fiscale

I commenti sono chiusi.