Controlli professionisti, cosa prevedono gli obblighi anticorruzione: scadenze e sanzioni

L’obbligo di trasparenza, incompatibilità, inconferibilità in tema di anticorruzione è stato posticipato a gennaio 2015: cosa devono fare i professionisti che non hanno ancora adempiuto agli obblighi di legge

di , pubblicato il
L’obbligo di trasparenza, incompatibilità, inconferibilità in tema di anticorruzione è stato posticipato a gennaio 2015: cosa devono fare i professionisti che non hanno ancora adempiuto agli obblighi di legge

Ci sarà ancora un po’ di tempo per i professionisti per adempiere agli obblighi previsti dai controlli anticorruzione; il termine ultimo è infatti stato fissato al 1° gennaio 2015, data a partire dalla quale inizieranno le attività di controllo da parte dell’Anticorruzione sugli ordini ed i Collegi professionali. La precedente scadenza riportava la data del 20 novembre 2014, ma l’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione) ha deciso di concedere una proroga e permettere così ai professionisti di adeguarsi alle norme Anticorruzione e Trasparenza previste dalla Legge Severino.    

Controlli anticorruzione: adempimenti richiesti e scadenze per i professionisti

È possibile conoscere nel dettaglio quelli che sono gli obblighi cui adempiere entro il 1° gennaio 2015, visto che in meno di un mese gli ordini dei professionisti e i Collegi dovranno, secondo la delibera firmata dal presidente dell’Anticorruzione Raffaele Cantone, “predisporre il piano triennale di prevenzione della corruzione, il piano triennale della trasparenza e il codice di comportamento del dipendente pubblico, nominare il responsabile della prevenzione della corruzione, adempiere agli obblighi in materia di trasparenza e attenersi ai divieti in tema di inconferibilità e incompatibilità degli incarichi”. Questa delibera andrà a scuotere anche i piani alti della politica, perché, secondo il dossier presentato dal M5S, il 45% dei parlamentari italiani fa parte di un ordine professionale, e in molti casi gli stessi parlamentari ne sono anche i rappresentanti. Da subito l’opposizione della Federazione Ordini Farmacisti Italiani, presieduta dal senatore FI Andrea Mandelli, cui ha fatto seguito l’Ordine degli Infermieri Professionali, presieduto da Annalisa Silvestro, senatrice PD.

Obblighi anticorruzione: le sanzioni per i professionisti che non si adeguano

Nonostante le proteste, restano invariate le sanzioni previste dalla Legge n.

190/2012 e decreti delegati: chi non si adegua alle disposizioni per la prevenzione della corruzione entr

Argomenti: ,