Controlli Fisco: quali acquisti non potrà fare chi riceve il reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza: acquisti che fanno scattare i controlli delle Entrate e limiti ai risparmi messi da parte.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Reddito di cittadinanza: acquisti che fanno scattare i controlli delle Entrate e limiti ai risparmi messi da parte.

I controlli del Fisco saranno mirati a verificare l’effettivo diritto al reddito di cittadinanza. Ma come funzioneranno?
Tra le critiche che coloro che sono contrari al reddito di cittadinanza rivolgono più spesso alla misura c’è quella di agevolare il parassitismo “invogliando” le persone a non lavorare e vivere di rendita. Dal governo hanno cercato di smentire questa impostazione spiegando che comunque ci saranno delle misure per contrastare questo rischio prima di riconoscere il diritto al reddito di cittadinanza. Ma una volta che l’assegno inizia ad essere corrisposto che succede? Ci sono controlli sui soldi e su come vengono spesi?

Reddito di cittadinanza: acquisti che fanno scattare i controlli delle Entrate e limiti ai risparmi messi da parte

La sottosegretaria al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, ospite qualche sera fa della trasmissione Agorà su Rai 3 ha risposto proprio a questa domanda spiegando in primis che alcuni accertamenti riguarderanno il tipo di acquisti fatti con la carta. E’ vero che anche chi non lavora può comprare un genere di non primissima necessità con i risparmi che ha da parte, come può essere ad esempio una modesta tv. Ma se si tratta di un televisore led di ultima generazione le cose cambiano. Dice espressamente la deputata del M5s rispondendo alla presentatrice “se per tre mesi verrà osservato che lei, col reddito di cittadinanza, va all’Unieuro, magari un controllino della Guardia di Finanza si fa”.

Altro paletto emerso in trasmissione è che i soldi del reddito di cittadinanza non si potranno mettere da parte: l’intero importo andrà speso entro il mese corrispondente a quello dell’erogazione. La ratio alla base di questo limite serve proprio ad identificare la platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Evasione fiscale, Reddito inclusione attiva