Contributo fondo perduto perequativo: arriva la proroga per la dichiarazione redditi anticipata?

Per il contributo a fondo perduto perequativo, si prospetta una possibile proroga a fine settembre della dichiarazione dei redditi 2021

di , pubblicato il
Contributo fondo perduto perequativo: arriva la proroga per la dichiarazione redditi?

Per i beneficiari del nuovo contributo a fondo perduto c.d. “perequativo”, potrebbe arrivare, in extremis, la proroga dal 10 settembre 2021 al 30 settembre 2021 per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2021.

La notizia trapela da alcune indiscrezioni avanzate dalla stampa specializzata secondo cui, in questi giorni, il MEF (Ministero dell’Economia e Finanze) starebbe lavorando ad un possibile slittamento.

Contributo fondo perduto perequativo: dichiarazione redditi 2021 in anticipo

Ricordiamo che, chi è titolare di partita IVA deve presentare la Dichiarazione dei redditi 2021 (anno d’imposta 2020) esclusivamente in modalità telematica e deve farlo entro il 30 novembre 2021.

Tuttavia, per i contribuenti che intendono richiedere il contributo a fondo perduto “perequativo” previsto dal decreto Sostegni bis, lo stesso legislatore pretende la presentazione della dichiarazione dei redditi 2021 in anticipo e precisamente entro il 10 settembre 2021.

La proroga non accontenterebbe i commercialisti

Come più volte evidenziato in nostri recedenti articoli, tale imposizione è stata criticata più volte dagli operatori del settore. Su tutti i commercialisti, i quali a gran voce chiedono la proroga almeno al 31 ottobre 2021. La categoria evidenzia come lo slittamento si renda necessario a fronte delle

notevoli complessità che accompagnano la presentazione delle dichiarazioni dei redditi, particolarmente aggravate quest’anno dalle numerose informazioni aggiuntive che il contribuente è tenuto a fornire in sede di compilazione dei modelli relativamente alle molteplici misure agevolative introdotte nel 2020 e che impattano tanto sui quadri di determinazione del reddito, quanto su quello relativo al monitoraggio dei crediti d’imposta nonché sul prospetto relativo agli aiuti di Stato.

Con una possibile proroga al 30 settembre 2021, si accontenterebbe, pertanto, solo in parte le richieste. Inoltre c’è anche da evidenziare che il 10 settembre è ormai alle porte e manca ancora il decreto attuativo che dovrebbe definire i requisiti per l’accesso al contributo a fondo perduto in esame.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,