Contributo a fondo perduto imprenditori agricoli: indicazione in dichiarazione dei redditi

Gli imprenditori agricoli in regime di esonero che hanno ottenuto il contributo a fondo perduto, possono presentare il 730 ma al contempo devono trasmettere anche il quadro RS del modello Redditi PF 2021

di , pubblicato il
Gli imprenditori agricoli in regime di esonero che hanno ottenuto il contributo a fondo perduto, possono presentare il 730 ma al contempo devono trasmettere anche il quadro RS del modello Redditi PF 2021

I piccoli imprenditori agricoli in regime di esonero che hanno ottenuto aiuti di stato Covid-19, quale il contributo a fondo perduto, possono presentare il 730 ma al contempo devono trasmettere anche il frontespizio del modello Redditi PF 2021 insieme al quadro RS. Nel quadro RS deve essere compilato il prospetto “Aiuti di stato” con i dati relativi al contributo ottenuto.

In sintesi è questa l’indicazione fornita dall’Agenzia delle entrate con la risoluzione n° 36/e del 27 maggio 2021.

Gli imprenditori agricoli e il 730/2021

I produttori agricoli in regime di esonero possono presentare il 730.

Quando parliamo di regime di esonero per gli imprenditori agricoli, ci riferiamo alle disposizioni di cui all’art. 34 comma 6, del decreto IVA.

L’articolo citato prevede che:

I produttori agricoli che nell’anno solare precedente hanno realizzato o, in caso di inizio di attività, prevedono di realizzare un volume d’affari non superiore a 7.000 euro, costituito per almeno due terzi da cessioni di prodotti di cui al comma 1, sono esonerati dal versamento dell’imposta e da tutti gli obblighi documentali e contabili, compresa la dichiarazione annuale, fermo restando l’obbligo di numerare e conservare le fatture e le bollette doganali a norma dell’articolo 39. I cessionari e i committenti, se acquistano i beni o utilizzano i servizi nell’esercizio dell’impresa, devono emettere fattura, con le modalità e nei termini di cui all’articolo 21, indicandovi la relativa imposta, determinata applicando le aliquote corrispondenti alle percentuali di compensazione, consegnarne copia al produttore agricolo e registrarla separatamente a norma dell’articolo 25. Le disposizioni del presente comma cessano comunque di avere applicazione a partire dall’anno solare successivo a quello in cui è stato superato il limite di 7.000 euro a condizione che non sia superato il limite di un terzo delle cessioni di altri beni.

[…].

Tali soggetti sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione 770, Irap e Iva nonchè da tutti gli obblighi documentali e contabili connessi.

Tuttavia sono comunque tenuti a dichiarare i redditi percepiti nel corso dell’anno. Ciò può avvenire con il modello 730.

Infatti nelle istruzioni al 730/2021, è specificato che: possono utilizzare il modello 730 precompilato o ordinario, i produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (Mod. 770), Irap e Iva.

La risoluzione n° 36/E del 27 maggio

La risoluzione n° 36/E del 27 maggio, interviene proprio sulla presentazione del 730 da parte dei piccoli imprenditori agricoli. Nello specifico, è analizzato il caso di imprenditori agricoli in esonero che hanno percepito il contributo a fondo perduto di cui all’art.25 del D.l. 34/2020, decreto Rilancio. Contributo che si configura quale aiuto di stato e come tale soggetto all’obbligo di indicazione nel quadro RS nel prospetto Aiuti di Stato del modello Redditi.

A tal proposito,  il contributo a fondo perduto spettava anche agli imprenditori agricoli in regime di esonero (art. 34 comma 6 del DPR 633/1973). Nel loro caso, la verifica della riduzione del fatturato (requisito per accedere al contributo), riguarda le sole operazioni poste in essere nei confronti di cessionari o committenti che, acquistando beni o servizi nell’esercizio di impresa, hanno emesso apposita autofattura (circolare n°22/E 2020).

I contributi sono riconosciuti nel rispetto dei limiti e delle condizioni previsti dalla Comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”.

Il prospetto degli aiuti di stato del modello Redditi

Coloro che hanno percepito il contributo a fondo perduto di cui all’art.25 del D.L. 34/2020, decreto Rilancio, sono tenuti a compilare, nel quadro RS,  il prospetto Aiuti di Stato del modello Redditi.

Nello specifico va compilato il rigo RS401.

Perché è necessario compilare il prospetto Aiuti di stato?

L’articolo 52 della legge n°234/2012 ha istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico il Registro nazionale degli aiuti di Stato.

Dal Registro nazionale degli aiuti di Stato sono espressamente escluse le informazioni relative agli aiuti nei “settori agricoltura e pesca”, come definiti dall’articolo 1, comma 1, lettera o), del Regolamento citato (“[…] aiuti di Stato di cui all’articolo 107 del TFUE relativi al settore agricolo e forestale e nelle zone rurali e al settore della pesca e dell’acquacoltura inclusi gli aiuti de minimis”).

Le informazioni relative agli aiuti nei citati settori, infatti, sono contenute nei registri SIAN e SIPA, cui competono, in relazione ai predetti aiuti, le funzioni di registrazione delle Misure e degli Aiuti individuali.

Da qui, per consentire all’Agenzia di acquisire tutte le informazioni utili alla registrazione degli Aiuti individuali nei pertinenti registri, è necessario che anche i soggetti destinatari degli aiuti relativi al settore agricoltura e forestale compilino l’apposito prospetto degli aiuti di Stato. Prospetto contenuto nel quadro RS del Modello REDDITI PF.

Da qui, nelle istruzioni del Modello 730/2021, è stato chiarito che tutti i percettori di agevolazioni qualificate come “aiuti di Stato” (tali in quanto percepite da titolari di redditi d’impresa, arti e professioni non esercitate occasionalmente) devono utilizzare il Modello REDDITI PF per adempiere agli obblighi dichiarativi.

Obblighi dichiarativi assolti con la compilazione del quadro RS,  prospetto Aiuti di Stato,  del modello Redditi.

La compilazione del prospetto aiuti di stato

Sulla compilazione del prospetto Aiuti di Stato, le istruzioni al modello Redditi 2021 specificano che:

Il presente prospetto deve essere compilato dai soggetti che nel periodo d’imposta cui si riferisce la presente dichiarazione hanno beneficiato di aiuti fiscali automatici (aiuti di Stato e aiuti “de minimis”) nonché di quelli subordinati all’emanazione di provvedimenti di concessione o di autorizzazione alla fruizione, comunque denominati, il cui importo non è determinabile nei predetti provvedimenti ma solo a seguito della presentazione della dichiarazione resa a fini fiscali nella quale sono dichiarati, disciplinati dall’articolo 10 del Regolamento.

Attenzione: il prospetto deve essere compilato con riferimento agli aiuti di Stato i cui presupposti per la fruizione si sono verificati nel periodo d’imposta di riferimento della dichiarazione 2021, periodo d’imposta 2020.

L’indicazione degli aiuti nel prospetto è necessaria e indispensabile ai fini della legittima fruizione degli stessi.

Il prospetto va compilato anche in caso di aiuti maturati nel periodo d’imposta di riferimento della dichiarazione ma non fruiti nel medesimo periodo.

Nello specifico del contributo a fondo perduto del D.L. Rilancio, andrà compilato il prospetto con l’inserimento del codice 20 “Contributo a fondo perduto i soggetti colpiti dall’emergenza epidemiologica “Covid-19”, art.25 D.L. 34/2020″.

Il prospetto deve essere compilato anche dai contribuenti forfettari.

Il prospetto aiuti di stato e gli imprenditori agricoli in esonero: le indicazioni dell’Agenzia delle entrate

Fatta tale doverosa ricostruzione, con la risoluzione n°36/E del 27 maggio, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che i produttori agricoli in regime di esonero aventi i requisiti per presentare il modello 730, qualora abbiano beneficiato del contributo a fondo perduto di cui al citato articolo 25, possano utilizzare il Modello 730/2021. Avendo cura di presentare anche il frontespizio del Modello REDDITI PF 2021. Insieme al quadro RS, con le modalità e nei termini previsti per la presentazione dello stesso Modello REDDITI PF 2021. Il riferimento è alle indicazioni di compilazione analizzate nel paragrafo precedente.

Nel quadro RS deve essere compilato il solo prospetto “Aiuti di Stato” con i dati relativi al contributo in esame.

Infine, l’Agenzia delle entrate precisa che, qualora si usufruisca per la compilazione e trasmissione della dichiarazione dei prodotti software messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate, gli agricoltori “sotto-soglia” beneficiari del contributo a fondo perduto in argomento potranno utilizzare l’applicazione “RedditiOnLine PF 2021”.

Argomenti: , ,