Contributi previdenziali Inps: come fare ricorso per errori?

In caso di errori e di incongruenze riguardo i contributi previdenziali INPS è possibile fare ricorso? Scopriamolo.

di , pubblicato il
In caso di errori e di incongruenze riguardo i contributi previdenziali INPS è possibile fare ricorso? Scopriamolo.

In caso di errori e di incongruenze riguardo i contributi previdenziali INPS è possibile fare ricorso? Capita che in prossimità dell’uscita dal mercato occupazionale un lavoratore, in fase di conteggio dei contributi previdenziali versati, riscontri una incongruenza tra quanto effettivamente accreditato in termini contributivi e quanto spettante.

Dunque, i contributi accreditati nella propria posizione previdenziale non corrispondono al periodo di effettivo lavoro.

Il cittadino ha il diritto di difendersi e di far valere quanto spettante. L’azione da intraprendere dipende dalla tipologia di errore riscontrato e dall’incongruenza dei contributi previdenziali.

Contributi previdenziali INPS mancanti: ecco cosa fare

Per verificare se il contribuente abbia effettivamente contributi mancanti è possibile utilizzare la funzione telematica “estratto conto contributivo”.

Si tratta di un documento riepilogativo che contiene la lista delle aziende che hanno versato i contributi, il numero delle settimane contributive complessive e la retribuzione di riferimento sulla quale è stata applicata la percentuale contributiva.

Nel caso in cui si verifichi che alcuni contributi INPS manchino nel proprio estratto contributivo, bisogna accertarsi che il datore di lavoro non abbia versato i contributi o abbia effettivamente versato i contributi.

Nel caso in cui il datore di lavoro non abbia provveduto a versare i contributi previdenziali risulta fondamentale capire se siano trascorsi più o meno di 5 anni dall’inadempienza contributiva.

Nel caso in cui il datore di lavoro abbia provveduto a versare i contributi previdenziali basta inviare una segnalazione contributiva con la documentazione probante tramite il portale dell’INPS.

Contributi previdenziali INPS: cosa fare in caso di errore estratto conto contributivo

In caso di errore sull’estratto conto contributivo è possibile accedere alla funzione “segnalazione contributiva” dal menù sulla sinistra della pagina, sotto “Posizione assicurativa”.

Il servizio consente di segnalare:

  • la sede INPS di competenza,
  • il periodo mancante;
  • il tipo di contribuzione mancante.

Contributi previdenziali INPS: quando il lavoratore ha diritto al risarcimento?

Nel caso in cui l’estratto conto previdenziale dell’Inps risultasse errato il lavoratore potrà richiedere un risarcimento adeguato.

Si ricorda che l’estratto conto presente sul portale INPS non ha alcun valore certificativo, ma in ogni caso l’estratto conto presente sul sito contiene dati veritieri e non mendaci.

 

 

Argomenti: ,