Contributi INPS sospesi per Covid-19: nuove istruzioni INPS per la ripresa dei versamenti

In vista della ripresa dei versamenti al 16 settembre 2020 dei contributi INPS sospesi causa Covid-19, l’INPS dirama nuove istruzioni in considerazione anche delle novità previste dal decreto agosto

di , pubblicato il
In vista della ripresa dei versamenti al 16 settembre 2020 dei contributi INPS sospesi causa Covid-19, l’INPS dirama nuove istruzioni in considerazione anche delle novità previste dal decreto agosto

Sono arrivate, dopo le novità del decreto agosto, le istruzioni INPS per la ripresa dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali, sospesi a fronte dell’emergenza epidemiologica da Covod-19. Sono contenute nel messaggio INPS n. 3274 del 9 settembre 2020.

Ricordiamo che per i contributi in scadenza tra febbraio 2020 e maggio 2020, il legislatore aveva ammesso la sospensione con ripresa dei versamenti al 16 settembre (in unica soluzione o in 4 rate mensili di pari importo con la prima rata in scadenza il 16 settembre 2020). In merito, l’INPS ha dato le istruzioni con il precedente messaggio n. 2871 del 20 luglio 2020.

Contributi sospesi da Covid-19: le novità del decreto agosto

Da ultimo, con l’art. 97 del decreto agosto (decreto-legge n. 104 del 2020), in alternativa alle suddette possibilità, è stata prevista un’ulteriore rateizzazione dei versamenti sospesi prevedendo la facoltà per i contribuenti di effettuare i pagamenti beneficiando di una diversa modulazione dell’adempimento rateale, come di seguito riportata:

  • versare un importo pari al 50% delle somme oggetto di sospensione, in un’unica soluzione o mediante rateizzazione, fino ad un massimo di 4 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020;
  • versare il restante 50% delle somme dovute, senza applicazione di sanzioni e interessi, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di 24 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021.

Il messaggio INPS di ieri 9 settembre 2020 detta le istruzioni in merito al primo dei due punti di cui sopra rimandando ad un successivo messaggio, invece, le istruzioni per il secondo punto.

Le istruzioni INPS per la ripresa dei versamenti sospesi

La possibilità di suddividere l’adempimento rateale in due tranche pari al 50% ciascuna non è automatica ma occorre presentare all’INPS apposita domanda e seguire le istruzioni di cui al messaggio in commento.

Nel dettaglio, ad esempio, è detto che:

  • le aziende con dipendenti e Committenti tenuti al versamento dei contributi alla Gestione separata, devono continuare ad utilizzare il format di cui al messaggio n.  2871/2020 indicando gli importi totali oggetto di sospensione e per il versamento delle prime 4 rate di pari importo, pari al 50% delle somme dovute, i contribuenti provvederanno ai relativi versamenti utilizzando i codici F24 e le modalità riportate nel medesimo messaggio;
  • gli artigiani e commercianti, per presentare istanza di sospensione e per avvalersi della nuova modalità di rateazione devono continuare ad utilizzare il format di cui al messaggio n.  2871/2020 e per il versamento delle rate possono utilizzare apposita codeline visualizzabile nel Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti alla sezione Posizione assicurativa – Dilazioni: “Mod. F24 Covid19”, dove è possibile scaricare anche il relativo modello “F24” precompilato;
  • le aziende agricole assuntrici di manodopera che intendono avvalersi della nuova modalità di versamento rateale potranno versare il 50% della contribuzione sospesa (in un’unica soluzione o tramite versamento rateale) utilizzando la medesima codeline con la precisazione che il versamento della prima rata entro il 16 settembre indicherà, pertanto, la volontà del contribuente, avente diritto alla sospensione, di avvalersi del pagamento rateale.

Potrebbero anche interessarti:

 

Argomenti: ,