Contributi INPS individuali: volontari, figurativi, da riscatto e da ricongiunzione

Una breve definizione per tutti i contributi individuali: cosa sono e quali sono.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Una breve definizione per tutti i contributi individuali: cosa sono e quali sono.

I contributi individuali si differenziano in base alle diverse tipologie di rapporto di lavoro e possono essere contributi volontari, figurativi, da riscatto o da ricongiunzione.   Vediamo nello specifico cosa sono questi contributi.  

Contributi volontari

Sono quei versamenti volontari effettuati dai lavoratori che hanno finito la propria attività lavorativa o l’hanno interrotta. I contributi volontari vengono versati per perfezionare i requisiti necessari per poter accedere alla pensione o per incrementarla (Pagamento contributi volontari, niente più modello Rid).  

Contributi figurativi

Sono di fatto contributi accreditati al lavoratore senza che egli ne abbia avuto l’onere a carico. Possono essere versati in periodi per i quali egli non ha prestato attività lavorativa o ha percepito una indennità a carico dell’INPS o ha percepito retribuzioni ridotte per determinati periodi.  

Contributi da riscatto

Questo tipo di contribuzione serve ad avere contributi accreditati per coprire periodi che sono stati privi di contribuzione (ad esempio può essere riscattato l’anno di leva e gli anni occorsi agli studi universitari). La facoltà di poter riscattare questi contributi viene concessa dall’INPS al pensionato o al lavoratore.  

Contributi da ricongiunzione

Servono per unificare tutti i contributi di un lavoratore sotto un unico fondo nel caso i suoi contributi siano stati versati in più fondi (ad esempio INPS e Gestione Separata).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Contributi volontari