Contributi Colf: cosa sono e sanzioni per il datore di lavoro

Contributi Colf e Badanti: quali sono gli importi e le regole per il calcolo? Chi assume colf, badanti, baby sitter e altri lavoratori domestici deve versare i contributi previdenziali all'INPS.

di , pubblicato il
Contributi Colf e Badanti: quali sono gli importi e le regole per il calcolo? Chi assume colf, badanti, baby sitter e altri lavoratori domestici deve versare i contributi previdenziali all'INPS.

Contributi Colf e Badanti: quali sono gli importi e le regole per il calcolo? Chi assume colf, badanti, baby sitter e altri lavoratori domestici deve versare i contributi previdenziali all’INPS.

Il pagamento è trimestrale e l’importo è calcolato sulla base delle ore retribuite e della retribuzione oraria effettiva.

Tutte le istruzioni sono contenute nella Circolare n. 17 del 6 febbraio 2020. Ecco come fare il calcolo dei contributi di colf e badanti nel 2020, sulla base di aliquote, importi e scadenze.

Contributi Colf e Badanti: calcolo dei contributi INPS

Il versamento dei contributi per badanti, colf e lavoratori domestici consente di regolarizzare il rapporto di lavoro e il pagamento dei contributi Inps a copertura della pensione, dell’assicurazione contro gli infortuni e del congedo maternità.

Il datore di lavoro è tenuto al pagamento dei contributi del lavoratore domestico ogni trimestre rispettando determinate scadenze.

Per il rapporto di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali a carico del datore di lavoro (cfr. articolo 2, comma 28, della legge 28 giugno 2012, n. 92).

Per il calcolo dei contributi INPS colf e Badanti si deve avere a disposizione lo stipendio concordato con il lavoratore domestico, il totale delle ore effettuate in 13 settimane, la quota della tredicesima mensilità.

Il calcolo dei contributi è diverso nel caso in cui la colf o la badante non superi le 24 ore a settimana di lavoro e nel caso in cui l’orario di lavoro sia di almeno 24 ore a settimana.

Gli elementi da considerare sono:

  • tipo di contratto;
  • retribuzione oraria effettiva, sommata con la quota di tredicesima mensilità;
  • ore lavorate nella settimana;
  • ore contributive calcolate sul trimestre;
  • fascia contributiva calcolata in base alla retribuzione effettiva.

Contributi Colf e Badanti: come procedere al versamento?

Il versamento dei contributi colf e badanti può essere effettuato attraverso:

  • procedura online del Portale dei Pagamenti, utilizzando la modalità “Pagamento immediato pagoPA” con carta di credito o debito, con carta prepagata oppure con addebito in conto;
  • avviso di pagamento PagoPA che può essere stampato dal Portale dei pagamenti. L’elenco degli operatori e dei canali abilitati a ricevere pagamenti tramite PagoPA è disponibile nel sito internet www. pagopa.gov.it;
  • soggetti aderenti al circuito Reti Amiche (collegandosi al sito www.tabaccai.it “reti amiche” è possibile trovare una ricevitoria/tabaccheria, più vicina alla propria residenza.

Il datore che versa i contributi del lavoratore domestico sulla base della retribuzione oraria concordata tra le parti può richiedere la detrazione d’imposta.

Contributi Colf e Badanti: Sanzioni

L’impiego di lavoratori che non risulti da documentazione obbligatoria è punito, per ciascun lavoratore in nero, con l’applicazione delle sanzioni civili e delle sanzioni amministrative pecuniarie.

 

Argomenti: , ,