Contributi artigiani e commercianti 2012: impatto delle nuove aliquote contributive

L’importo dei contributi dovuti all’INPS nel 2012 da commercianti, artigiani e iscritti alla gestione separata

di , pubblicato il
L’importo dei contributi  dovuti all’INPS nel 2012 da commercianti, artigiani e iscritti alla gestione separata

L’Inps ha recentemente comunicato gli importi dei contributi dovuti per il 2012 da artigiani, commercianti ed iscritti alla gestione separata. Come è noto, il Decreto salva Italia ha modificato in aumento le aliquote contributive per questi soggetti.

  • Iscritti alla gestione separata
  • Soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie: 27,72% (27,00%IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva)
  • Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria: 18,00%

Le predette aliquote sono applicabili fino al raggiungimento del massimale di reddito che, per il 2012, è di € 96.149,00. Per avere accreditato l’intero anno i lavoratori che versano l’aliquota del 18% dovranno versare un contributo annuo minimo di € 2.687,40; se versano l’aliquota del 27,72% avranno l’accredito dell’intero anno con un contributo annuale pari a € 4.138,60.

 

Aliquote contributive artigiani e commercianti

Dal 2012 le aliquote contributive degli artigiani e dei commercianti sono incrementate dell’ 1,3% per il 2012, e successivamente di 0,45% ogni anno fino a raggiungere il 24%. Per i coadiuvanti di età inferiori a 21 anni, continuano ad applicarsi le agevolazioni che prevedono la riduzione dei contributi del 2%. I lavoratori iscritti alla gestione degli Esercenti attività commerciali, alle predette aliquote dovranno sommare lo 0,09%, a titolo di aliquota aggiuntiva ai fini dell’indennizzo per la cessazione definitiva dell’attività commerciale. L’obbligo al versamento di tale contributo è stato prorogato fino al 31 dicembre 2014.

 

Contribuzione IVS sul minimale del reddito

Per il 2012 il reddito minimo annuo da prendere in considerazione ai fini del calcolo del contributo IVS dovuto dagli artigiani e commercianti è di € 14.930,00. Le aliquote per il 2012:

  • Titolari di qualunque età e coadiuvanti/ coadiutori di età superiore a 21 anni Artigiani: 21,30 % Commercianti: 21,39 %
  • Coadiuvanti/coadiutori di età non superiore a 21 anni  Artigiani: 18,30% Commercianti: 18,39 %
 

Contribuzione IVS sul reddito eccedente il minimale

Il contributo per il 2012 è dovuto sui redditi d’impresa prodotti nel 2011 per la quota eccedente il minimale di € 14.930,00, in base alle citate aliquote e fino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari a € 44.204,00.

Per i redditi superiori resta confermato l’aumento dell’aliquota di un punto percentuale. Le aliquote:

 

  • Titolari di qualunque età e coadiuvanti/ coadiutori di età superiore a 21 ann
  • Scaglione di reddito fino a € 44.204,00 Artigiani : 21,30%  Commercianti: 21,39%
  • da € 44.204,01  Artigiani: 22,30 % Commercianti: 22,39 %
 

 Coadiuvanti/coadiutori di età non superiore a 21 anni

  • Scaglione di reddito fino a € 44.204,00 Artigiani: 18,30 % Commercianti: 18,39 %
  • da € 44.204,01 Artigiani: 19,30 % Commercianti: 19,39 %

Il massimale di reddito annuo entro il quale sono dovuti i contributi è € 73.673,00.

Argomenti: