Contributi a fondo perduto, 5000 euro con accredito diretto sul contro corrente per le imprese in difficoltà

Cominciano a trapelare i primi dettagli del nuovo provvedimento di maggio, si attendono 5000 euro a fondo perduto.

di , pubblicato il
Cominciano a trapelare i primi dettagli del nuovo provvedimento di maggio, si attendono 5000 euro a fondo perduto.

Dopo le conferme dei viceministri all’economia Castelli e Misiani, arrivano le prime indiscrezioni sui contributi a fondo perduto di 5000 euro previsti per maggio.

Orma sembra certo che da maggio potranno essere erogati dei contributi a fondo perduto per aiutare tutti gli imprenditori in difficoltà economica per via dell’emergenza sanitaria del Coronavirus.

La viceministra Laura Castelli, intervistata dal corriere della sera, spiega: “Stiamo lavorando col ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli, per dare un ristoro alle piccole imprese che hanno subito un calo importante del fatturato. Ci saranno aiuti per almeno 10 miliardi”.

A ulteriore conferma, arrivano anche le dichiarazioni del Viceministro all’Economia, Antonio Misiani, rilasciate a Unomattina. Misiani conferma, sostanzialmente, quanto già detto dalla Castelli, “Prevederemo anche dei contributi a fondo perduto, in particolare per le micro e piccole imprese, con il decreto che verrà varato nei prossimi giorni”.

Infine, il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, ha reso noti i dettagli di questi nuovi aiuti per le imprese. Vediamo meglio di cosa si tratta.

 

Contributo a fondo perduto, quanto spetterà?

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, intervistato dal “Sole24ore”, ha parlato dei contributi a fondo perduto che verranno erogati a partire da maggio.

Si tratta di un fondo di solidarietà da circa 8 miliardi per le micro, piccole e medie imprese, che erogherà contributi a fondo perduto per un importo medio di 5 mila euro, ad una platea di potenziali beneficiari di circa 1,6 milioni di soggetti” (micro e PMI fino a 9 dipendenti).

L’accredito, spiega il Ministro, sarà fatto dall’Agenzia delle Entrate direttamente sul conto corrente del contribuente.

Per ulteriori dettagli sarà necessario attendere la lettura dei testi definitivi di maggio.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,