Contratto somministrazione di lavoro, comunicazione obbligatoria

Comunicazione contratto somministrazione di lavoro in scadenza oggi 31 gennaio 2013

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Comunicazione contratto somministrazione di lavoro in scadenza oggi 31 gennaio 2013
Contratto somministrazione lavoro molto diffuso tra i giovani

Contratto di somministrazione di lavoro, sia a tempo determinato che indeterminato. Scade oggi il termine per le aziende che utilizzano lavoratori somministrati per effettuare la comunicazione relativa al contratto di somministrazione di lavoro. E’ stato infatti l’art. 24, comma 4, Dlgs n. 276/2003, a prevedere che- le aziende che utilizzano lavoratori somministrati devono effettuare  necessariamente la comunicazione del numero, motivi e durata dei contratti di somministrazione conclusi nel 2012, nonché del numero e relativa qualifica dei lavoratori utilizzati in riferimento ai predetti contratti.

Contratto somministrazione definizione

Si ricorda che proprio il decreto legislativo n.  276/2003 ha abrogato gli articoli della legge n. 196/97 relativa al lavoro interinale, introducendo il contratto di somministrazione di lavoro. Come il lavoro interinale, la somministrazione di lavoro permette ad un soggetto (utilizzatore) di rivolgersi ad un altro soggetto (somministratore) per utilizzare il lavoro di personale non assunto direttamente, ma dipendente del somministratore. Nella somministrazione abbiamo quindi due contratti diversi:

  • un contratto di somministrazione, stipulato tra l’utilizzatore e il somministratore, di natura commerciale;
  • un contratto di lavoro subordinato stipulato tra il somministratore e il lavoratore.

 Obbligo di comunicazione contratto somministrazione

Entro il 31 gennaio, il datore di lavoro/utilizzatore ha l’obbligo di comunicare alla rappresentanza sindacale unitaria, ovvero alle rappresentanze aziendali e, in mancanza, alle associazioni territoriali di categoria aderenti alle confederazioni dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale specifiche informazioni inerenti il contratto di lavoro di somministrazione e in particolare:

a) il numero e i motivi del ricorso alla somministrazione di lavoro prima della stipula del contratto di somministrazione ( se ricorrano motivate ragioni di urgenza e necessità di stipulare il contratto, l’utilizzatore fornisce le predette comunicazioni entro i cinque giorni successivi;

b) ogni dodici mesi, anche per il tramite dell’associazione dei datori di lavoro alla quale aderisce o conferisce mandato, il numero e motivi dei contratti di somministrazione di lavoro conclusi, la durata degli stessi, il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.

L’obbligo di  comunicazione del contratto di somministrazione di lavoro ha come obiettivo quello di  monitorare l’utilizzo – da parte delle aziende utilizzatrici – dei contratti di somministrazione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lavoro e Contratti