Conte BIS: che cosa succederà alle detrazioni fiscali e per l’aumento IVA

Ristrutturare casa: meglio muoversi prima di fine anno? Ecco in che modo la crisi di Governo potrebbe incidere sulle detrazioni fiscali.

di , pubblicato il
Ristrutturare casa: meglio muoversi prima di fine anno? Ecco in che modo la crisi di Governo potrebbe incidere sulle detrazioni fiscali.

La crisi di Governo, con l’insediamento dell’esecutivo ribattezzato Conte Bis, apre molti spunti di riflessione. In questa sede non analizziamo lo scenario politico o economico ma prettamente fiscale. Quali previsioni in merito alle detrazioni fiscali e all’ipotesi di aumento IVA?

Detrazioni fiscali in scadenza al 31 dicembre: quali possibilità di proroga nel 2020 con il Conte Bis?

Come ben sa chi opera nel settore dell’edilizia o chi si appresta a comprare o ristrutturare casa, il prossimo 31 dicembre sono in scadenza alcune agevolazioni fiscali importanti: in particolare sarà il termine per chiedere detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici, bonus 50% per ristrutturazioni edilizie e Bonus mobili ed elettrodomestici. Che cosa accadrà il prossimo anno? Molto dipende dalle risorse disponibili ma anche dalla volontà e dalle priorità del governo. Quella più a rischio di cancellazione è probabilmente il bonus mobili (che già nella precedente Legge di Bilancio è stato prorogato all’ultimo minuto). Salvo in ogni caso il Sisma bonus la cui scadenza è fissata a fine 2021.

C’è poi l’incognita aumento IVA che, se non sarà evitato, renderà più costoso qualsiasi intervento edilizio.

Al momento non si può far altro che avanzare ipotesi sulla base degli elementi a disposizione. Per conoscere gli sviluppi concreti bisogna infatti aspettare l’esito degli accordi tra le parti politiche e le decisioni in merito al Documento di Economia e finanza e alla prossima Legge di Bilancio.

Reddito di Cittadinanza, Quota 100 e bonus Renzi salvi con il Conte bis?

Nel frattempo, l’accordo giallo rosso potrebbe tranquillizzare chi temeva la cancellazione di bonus di cui si sono fatti portavoce Pd o Movimento 5 Stelle. Rispettivamente pensiamo al bonus Renzi e al Reddito di Cittadinanza.

Molti ritengono, comunque, che sarà salva anche Quota 100, voluta dalla Lega in primis, soprattutto considerando che le adesioni, e quindi di conseguenza anche i costi, sono state inferiori al previsto.

Argomenti: ,