Conservazione elettronica dei registri 2019: c’è la proroga nel decreto Sostegni

Il processo di conservazione elettronica dei documenti contabili riferiti all’anno 2019 può concludersi entro il 10 giugno 2021

di , pubblicato il
Il processo di conservazione elettronica dei documenti contabili riferiti all’anno 2019 può concludersi entro il 10 giugno 2021

Il decreto Sostegni (decreto-legge n. 41 del 2021), in considerazione del protrarsi dell’emergenza Covid-19, il legislatore, ha stabilito una serie di proroghe in campo fiscale, tra queste lo slittamento di 3 mesi del termine massimo previsto dalla normativa fiscale vigente per effettuare il processo di conservazione digitale dei documenti tributari riferiti all’anno d’imposta 2019.

In premessa, intendiamo ricordare che l’art. 3, comma 3, del decreto MEF (Ministro dell’economia e delle finanze) del 17 giugno 2014, stabilisce che i documenti informatici sono conservati in modo tale che:

  • siano rispettate le norme del codice civile, le disposizioni del codice dell’amministrazione digitale e delle relative regole tecniche e le altre norme tributarie riguardanti la corretta tenuta della contabilità
  • siano consentite le funzioni di ricerca e di estrazione delle informazioni dagli archivi informatici in relazione almeno al cognome, al nome, alla denominazione, al codice fiscale, alla partita IVA, alla data o associazioni logiche di questi ultimi, laddove tali informazioni siano obbligatoriamente previste. Ulteriori funzioni e chiavi di ricerca ed estrazione potranno essere stabilite in relazione alle diverse tipologie di documento con provvedimento delle competenti Agenzie fiscali.

Il comma 2 dello stesso art. 3 del decreto MEF menzionato, prevede poi che, il processo di conservazione dei documenti informatici termina con l’apposizione di un riferimento temporale opponibile a terzi sul pacchetto di archiviazione.

Conservazione informatica dei registri contabili 2019: la proroga del decreto Sostegni

Il medesimo comma 3 art. 3 del decreto MEF, stabilisce altresì che il processo di conservazione elettronica dei documenti contabili deve effettuarsi entro 3 mesi dal termine di presentazione della dichiarazione dei redditi riferita all’anno d’imposta dei registri stessi.

Considerando, quindi, che, per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, il termine di presentazione del Modello Redditi/2020 (anno d’imposta 2019) era fissato (per effetto di proroga) al 10 dicembre 2020, ne conseguiva che il termine ultimo per la conservazione elettronica dei registri contabili riferiti all’anno d’imposta 2019 era da concludersi entro il 10 marzo 2021.

Ora il decreto Sostegni (art. 5) ha prorogato di tre mesi tale termine. Di conseguenza si passa dal 10 marzo 2021 a 10 giugno 2021.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,