Conguaglio 730: no sul cedolino di agosto per dichiarazioni presentate in ritardo

I conguagli relativi al 730/2015 non per tutti i pensionati saranno disponibili nel rateo di agosto.

di , pubblicato il
I conguagli relativi al 730/2015 non per tutti i pensionati saranno disponibili nel rateo di agosto.

L’Inps in risposta alle molte richieste di informazioni riguardante il conguaglio derivante dalla presentazione del 730/2015 assente sul cedolino della pensione di agosto, ha chiarito che è stata attivata una procedura per consentire l’erogazione dei rimborsi con l’emissione di mandati aggiuntivi.   Il conguaglio quindi non sarà visibile sul cedolino della pensione attualmente in possesso dei pensionati poiché il mandato del conguaglio avverrà attraverso un mandato diverso e aggiuntivo.   Soltanto per i 730 pervenuti entro il 30 giugno è possibile, infatti, visualizzare il conguaglio nel cedolino della pensione di agosto poiché i tempi di lavorazione hanno permesso di inserire anche tali importi. Lo slittamento dei termini di presentazione del 730 precompilato al 23 luglio ha reso necessaria, quindi la procedura d’urgenza che permetterà di ovviare alla ristrettezza dei tempi rispetto agli anni passati.

  L’Inps sottolinea che è stato possibile elaborare entro il 20 luglio tutte le dichiarazioni pervenute prima del 30 giugno rendendo possibile processare la consueta erogazione dei rimborsi nella rata di agosto. Per tutte le dichiarazioni pervenute dopo il 30 giugno, invece, i conguagli saranno effettuati probabilmente in seguito. L’Inps ricorda anche che nel pagamento di agosto saranno presenti anche gli arretrati delle perequazioni in applicazione della sentenza della Corte Cotituzionale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: