Congedo straordinario retribuito legge 104: quanto e come influisce sulla pensione

La fruizione del congedo straordinario retribuito influisce negativamente sulla pensione? Vediamo cosa prevede la legge 151/2001 che regola la fruizione del congedo stesso.

di , pubblicato il
Congedo straordinario legge 104
Buonasera, mi scuso se leggendo alcuni dei suoi interessanti articoli e risposte, mi premetto di scriverle, sono sola e preoccupata, mia mamma ha ricevuto la 104 definitiva art 3 comma 3 ,ha 90 anni e in questo periodo non sta bene per nulla, io sono l’unica figlia e viviamo da sempre insieme.
Adesso ho necessità di prendere un congedo di 10 gg per vedere se le cose migliorano ma già penso…quanto mi costerà in termini di pensione queste assenze previste in emergenza fino a due anni nel computo della mia pensione?
Spero che vorrà dare una risposta a questa mia domanda mi sento davvero la pressione del mondo addosso.
Grazie.

Congedo straordinario retribuito e pensione

Il congedo straordinario retribuito regolamentato dalla legge 151/2001, permette la cura, ai lavoratori dipendenti sia del settore pubblico che di quello privato, dei familiari affetti da handicap grave in base alla legge 104, articolo 3, comma 3.

L’articolo 42, comma 5 ter, del DL 151/2001 prevede che chi fruisce del congedo straordinario ha diritto a percepire un’indennità pari all’ultima retribuzione, prendendo in esame, però, soltanto le cose fisse e continuative dello stipendio. Tutto il periodo di congedo è, inoltre, coperto da contribuzione figurativa valida sia per la misura che per il diritto alla pensione.

Indennità e contribuzione figurativa spettano per importi complessivi non superiore ai 47.446,00 euro annui.

Nel caso, quindi, decida di fruire di 10 giorni di congedo, i 10 giorni non solo saranno coperti da indennità ma anche da contribuzione figurativa in modo che la pensione non sia in alcun modo penalizzata dal lavoro di cura nei confronti del familiare disabile.

Domanda congedo straordinario e tempi di attesa

Le ricordo, però, che la burocrazia per la domanda di congedo straordinario è abbastanza lungo e affinchè una domanda venga accolta occorrono almeno 60 giorni. Se deve fruire di 10 giorni, quindi, è meglio che li pianifichi poiché l’attesa per l’accettazione delle domanda potrebbe richiedere almeno 2 mesi e, dopo, non può prolungare, eventualmente, il congedo, ma dovrà inoltrare nuova domanda con nuovi tempi di attesa.

Le consiglio, quindi, prima di procedere all’inoltro della domanda di valutare esattamente il periodo che dovrebbe occorrerle per la cura di sua madre altrimenti rischia di dover rientrare al lavoro in attesa che la nuova domanda sia accolta.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,

I commenti sono chiusi.