Congedo straordinario retribuito: le assenze rientrano nel periodo di comporto?

L'assenza dal lavoro per congedo straordinario retribuito non si somma al periodo di comporto, ecco perchè.

di , pubblicato il
Legge 104

Buongiorno, dato che dovrei prendermi 6 mesi di congedo straordinario da settembre a febbraio prossimo per assistere mia madre invalida al 100%, e poi terminati questi mesi rientrerò al lavoro per due mesi ma poi dato che io dovrò subire un intervento alla schiena e non so quanti mesi starò in malattia, vorrei chiederle se i giorni di assenza per congedo si uniscono a quella della malattia, dato che io in un anno non posso superare i 6 mesi di malattia.

Grazie.

Il congedo straordinario retribuito e la malattia, pur comportando entrambi assenza dal lavoro sono due istituti diversi.

Il congedo straordinario retribuito prevede un periodo di assenza dal lavoro  indennizzato finalizzato all’assistenza di un familiare disabile previsto dalla legge 104 e regolamentato dalla legge 151/2001. L’assenza dal lavoro consentita nell’arco di tutta la vita lavorativa è di un massimo di 2 anni durante i quali, però, spetta l’indennità (pari all’ultima retribuzione) a carico dell’Inps.

Malattia e periodo di comporto

L’assenza per malattia, invece, ha un tetto massimo legato al periodo di comporto, che varia in base al contratto collettivo nazionale.

Durante lo stato di malattia il lavoratore dipendente ha il diritto alla conservazione del posto di lavoro ma non è illimitato nel tempo, bensì stabilito, appunto, dal contratto collettivo nazionale di riferimento con il periodo di comporto, ovvero il periodo massimo in cui il lavoratore può assentarsi per malattia senza il rischio di essere licenziato.

Se il periodo di comporto applicato nel suo caso è di 6 mesi, alla sommatoria di quel periodo non concorre il periodo di congedo straordinario retribuito ma soltanto quello di malattia (così come non concorrono al superamento del periodo di comporto altre assenze dal lavoro legate, per esempio, ai permessi legge 104, alle ferie o ad altra aspettativa retribuita o no).

I sei mesi di periodo di comporto massimi annui di cui lei parla, quindi, riguardano soltanto la malattia indennizzata e non deve preoccuparsi che ai giorni di malattia possano sommarsi i giorni di congedo straordinario retribuito poiché si tratta di due istituti completamente diversi.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , ,

I commenti sono chiusi.