Congedo straordinario legge 104: lo può richiedere dipendente in malattia?

Il lavoratore in malattia può richiedere la fruizione del congedo straordinario retribuito per assistere il familiare con Handicap?

di , pubblicato il
Legge 104

Buona sera! A mio figlio di 4 anni è stata riconosciuta invalidità grave comma 3 art.3. Usufruisco dei 3 giorni di permesso, volevo chiederle gentilmente riguardo al congedo straordinario. Posso fare la domanda per congedo anche se io sono in malattia?? In quanto sto poco bene…mi ritrovo in malattia…mio figlio anche sta poco bene… e volevo sapere se posso fare questo passo! Grazie.

Congedo straordinario retribuito legge 151

Probabilmente non le è chiaro l’istituto del congedo straordinario retribuito regolamentato dalla legge 151 e collegato ai disabili gravi in base alla legge 104 articolo 3 comma 3.

Il congedo permette al lavoratore dipendente di assentarsi per un massimo di 2 anni nella vita lavorativa dal proprio lavoro, ricevendo un’indennità, per assistere il familiare disabile.

Lei, in questo momento, non può richiedere il congedo straordinario perché non sta lavorando e sta già fruendo di un altro congedo, quello per malattia. Che senso ha chiedere un congedo dal lavoro quando si sta fruendo di un altro congedo?

Lei non ha bisogno di assentarsi dal lavoro per assistere suo figlio perché non sta lavorando essendo in congedo per malattia e fruendo per lo stesso l’indennità di malattia. Non capisco, quindi, il senso della sua domanda.

Per poter fruire del congedo straordinario retribuito deve, quindi, riprendere l’attività lavorativa per almeno un mese (l’indennità del congedo straordinario, infatti, viene calcolata sulla retribuzione dell’ultimo mese lavorato prima del congedo, mese che lei in questo momento non ha essendo in malattia) e poi presentare richiesta di congedo straordinario per assistere suo figlio in base alla legge 104 articolo 3 comma 3. Nel modo in cui suggerisce di farlo lei non avrebbe senso né dal punto di vista formale né dal punto di vista normativo.

Le consiglio, quindi, di attendere di riprendere l’attività lavorativa visto che ora, essendo a casa, può, in ogni caso, assistere suo figlio allo stesso modo in cui lo assisterebbe se richiedesse il congedo straordinario (che dal punto di vista formale non può richiedere in questo momento essendo già in congedo per malattia).

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , ,