Congedo straordinario legge 104, decurtazione 13°mensilità e TFR

Congedo staordinario legge 104, la tredicesima e il TFR decurtati e legittimo? | La Redazione risponde.

di , pubblicato il
assistenza familiare legge 104 e part-time

Congedo straordinario legge 104, il quesito di un nostro lettore:

Buonasera seguo spesso le vostre risposte in rete, la mia domanda è: lavoro in una azienda privata di vigilanza e usufruisco dei permessi legge 104 nell’anno appena passato e con precisione da giugno ad ottobre 2017 ho richiesto i congedi straordinari e mi sono stati concessi solo che quando è arrivato il momento di percepire la tredicesima la mia azienda mi ha decurtato i quattro mesi di congedi, lo possono fare?
In attesa di una vostra risposta vi auguro buona serata, grazie.

Risposta

Durante il periodo di fruizione del congedo straordinario retribuito secondo la legge 151/2001, il lavoratore richiedente percepirà un’indennità uguale a quella percepita nell’ultimo mese di lavoro prima del congedo straordinario, inoltre il congedo viene coperto da contribuzione figurativa valida al diritto e al calcolo per la pensione.

Decurtazione Tredicesima

Relativamente alla tredicesima e al TFR (trattamento di fine rapporto), ricordiamo, che questi non maturano durante la fruizione del congedo ma, maturano nei periodi in cui si presta attività lavorativa.

Facciamo un esempio in qui il lavoratore fruisce di 10 mesi di congedo straordinario, percepirebbe ssolo due mesi di tredicesima, corrispondenti ai due mesi di effettivo lavoro prestato.

Diversamente, invece, la normativa che regola i permessi legge 104, che non comportano nessuna riduzione sulla tredicesima mensilità. (Funzione Pubblica n. 208/2005).

Congedo straordinario e legge 104, requisito di convivenza e priorità

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Argomenti: , , ,