Congedo straordinario legge 104, contributi figurativi e pensione anticipata

Il congedo straordinario retribuito è coperto da contribuzione figurativa e non incide in maniera negativa sulla data di pensionamento.

di , pubblicato il
Congedo straordinario legge 104
Gent.ma Dr.ssa Delpidio,
sono insegnante di scuola media statale e durante quest’anno scolastico ho usufruito di periodi di congedo retribuito per assistere mia madre grazie alla Legge 104 : dal 1/9/2018 al 10/2/2019 e dal 29/4/2019 al 30/6/2019.
Dovrei andare in pensione il 1/9/2020 con 42 anni e 3 mesi di anzianità contributiva (compreso il riscatto della laurea),all’età di 63 anni compiuti (Legge Fornero).
Vorrei sapere se per i periodi di congedo sopra indicati, ed eventuali altre richieste nel prossimo anno scolastico, (che dovrebbe essere il mio ultimo di servizio), saranno conteggiati i contributi figurativi in modo da farmi accedere alla pensione alla data prevista o se rischio di incorrere in qualche tipo di penalizzazione che potrebbe posticipare il mio accesso alla pensione.
La ringrazio per la risposta.

Congedo straordinario legge 104 e pensione

Partendo dal presupposto che per accedere alla pensione anticipata con requisiti legge Fornero dal 1 gennaio 2019, per effetto del DL 4/2019, sono necessari 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini poiché il previsto aumento dell’età pensionabile legato all’aspettativa di vita Istat è stato bloccato, provvedo a rispondere alla sua domanda.

I periodi di congedo straordinario legge 151, legato alla legge 104, sono coperti da contribuzione figurativa valida sia al diritto che alla misura della prestazione pensionistica. Per i dipendenti pubblici, tra l’altro, l’accredito della contribuzione figurativa spettante è automatico essendo il periodo coperto da retribuzione e contribuzione.

Nel suo caso, quindi, non vi è alcun pericolo che incorra in qualsiasi tipo di penalizzazione che possa posticipare il suo accesso alla pensione anticipata da una parte perché il periodo di congedo è coperto interamente da contribuzione figurativa, dall’altro perché bastano 41 anni e 10 mesi di contributi per l’accesso alla prestazione e non i 42 anni e 3 mesi da lei messi in conto.

A mio avviso, quindi, presentando domanda di cessazione dal servizio entro dicembre 2019, può accedere tranquillamente al pensionamento anticipata con decorrenza dal 1 settembre 2020.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.


Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,