Congedo Paternità a 10 giorni e 240 al mese per ogni figlio: le misure per i genitori dal 2020

Congedo di paternità: dal prossimo anno spettano 10 giorni? Ecco le novità allo studio.

di , pubblicato il
Congedo di paternità: dal prossimo anno spettano 10 giorni? Ecco le novità allo studio.

Oltre all’assegno unico di 240 euro a figlio, il governo starebbe valutando di estendere il congedo paternità ad almeno 10 giorni. Ad illustrare la misura è stato il ministro per le Pari opportunità Elena Bonetti. Vediamo più nel dettaglio la misura che potrebbe interessare i neo genitori.

Leggi anche:

Family Act: bonus bebè, mamma domani e voucher asilo nido in un unico assegno?

Al momento si tratta di indiscrezioni: il ministro non si è voluto sbilanciare perché i lavori per il Family Act sono ancora in corso. Ma i tempi per ridiscutere la durata del congedo sono maturi.

Congedo paternità, dal 2020 come potrebbe cambiare: quanti giorni?

Ad oggi i neo papà possono contare su 5 giorni di congedo (più uno facoltativo da prendere in sostituzione della madre). L’obiettivo è, almeno, raddoppiarli, quindi arrivare ad un minimo di 10 giorni riconosciuti. Anche perché si tratta di una richiesta che arriva anche dalla Commissione Europea (che ha concesso tre anni agli Stati membri per adeguarsi).

Sarà altresì competenza degli Stati membri prevedere il periodo di tempo massimo entro il quale il congedo di paternità dovrà essere utilizzato e le modalità per usufruirne: a tempo parziale, a periodi alternati o con altri metodi flessibili per andare incontro all’organizzazione familiare.

Una misura che, indirettamente, agevola anche le mamme lavoratrici, non solamente i padri, in un’ottica di conciliazione di esigenze di genere e di alternanza di madre e padre nella cura della casa e della famiglia. Perché il lavoro delle donne non sia penalizzato nel momento in cui fanno figli.

Negli ultimi anni su questo tema c’è stata una crescente sensibilizzazione e qualcosa si è mosso.

Riepiloghiamo gli ultimi step:

  • nel 2017 la Legge di Bilancio aveva previsto in via sperimentale, per le nascite del 2018, l’aumento del congedo obbligatorio da due a quattro giorni, più uno in sostituzione della madre;
  • l’anno seguente, la Legge di Bilancio 2018 ha portato il congedo per i neo papà a 5 giorni (più uno in sostituzione della madre);
  • entro il 2022 l’Italia sarà chiamata ad attuare la direttiva europea.
    Già dal prossimo anno il congedo parentale potrebbe essere portato ad un minimo di 10 giorni.
Argomenti: Nessuno

SULLO STESSO TEMA