Congedo parentale, ristabiliamo i 5 giorni: “uguaglianza e pari opportunità”

Congedo parentale, aboliti i 5 giorni, richiesta dei papà di ripristinarli, per uguaglianza e pari opportunità.

di Angelina Tortora, pubblicato il
congedo-di-paternita

Non sono stati confermati i 5 giorni del congedo di paternità. E’stata presentata una petizione dai lavoratori papà, in cui chiedono al Parlamento di ristabilire i cinque giorni per eguaglianza e pari opportunità.

Petizione: congedo parentale

#NonE’unPaesePerPapà: Ristabiliamo i cinque giorni di congedo di paternità

Mi chiamo Giulio, ho 32 anni e all’inizio del prossimo anno mi nascerà una bimba. Una bimba che avrà bisogno di tutta l’attenzione e l’amore dei suoi genitori fin dai primi istanti di vita. Purtroppo però, dal 1 gennaio 2019, tanti papà come me non potranno più stare vicino ai propri bimbi perché il congedo parentale di 5 giorni non è stato confermato e si tornerà quindi al vecchio sistema di 2 soli giorni. 48 ore per stare vicino a tuo figlio nelle sue prime ore di vita. Vi sembra giusto?

La nascita di un figlio è un evento di enorme rilevanza nella vita di una persona, inoltre la gestione familiare si è evoluta nel tempo e, come sottolineato dal Presidente INPS Tito Boeri, i congedi di paternità “sono uno strumento fondamentale per promuovere una maggiore partecipazione delle donne al mercato del lavoro e per realizzare l’uguaglianza delle opportunità” (fonte www.pmi.it).

In un Paese che si reputa “civile”, tali diritti vanno pertanto riconosciuti, garantiti e protetti. Chiedo al Parlamento di ristabilire i 5 giorni di congedo di paternità.

E’ possibile firmare la petizione qui: #NonE’unPaesePerPapà: Ristabiliamo i cinque giorni di congedo di paternità

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News lavoro, Congedo paternità