Congedo parentale e voucher baby sitter a confronto: quale conviene di più nella fase 2 anti Coronavirus?

Congedo parentale e voucher baby sitter a confronto: se le scuole non riaprono saranno riconosciuti tutti i mesi d oltranza?

di , pubblicato il
Congedo parentale e voucher baby sitter a confronto: se le scuole non riaprono saranno riconosciuti tutti i mesi d oltranza?

Il congedo parentale e il voucher baby sitter sono gli strumenti a disposizione dei genitori nella fase 2 di ritorno al lavoro. Quale alternativa conviene di più? Su quale considerazione si basa la scelta?

Rivediamo più da vicino i due strumenti previsti dal decreto cura Italia.

Congedo parentale pagato al 50% e voucher baby sitter a confronto: quale conviene?

Il congedo parentale, se confermato nelle stesse modalità anche per la fase 2, prevede la possibilità di stare a casa con una retribuzione al 50%. Lo puà chiedere un unico genitore oppure entrambi ma in modo alternato e comunque non oltre il limite di 15 giorni totali. Attenzione perché la formulazione originaria prevede che il congedo al 50% sia possibile solamente se l’altro genitore non risulti beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o sia disoccupato o inoccupato. Insomma se un genitore può stare già a casa a prendesi cura dei figli, il congedo pagato al 50% per l’altro è escluso. Ad usufruirne è stato un numero inferiore di quanto ci si aspettasse quindi c’è copertura economica per la proroga della misura. Questa scelta agevola soprattutto le coppie che non avevano una baby sitter di fiducia prima e che ora, anche volendo, non saprebbero come trovarla.

D’altro canto il voucher baby sitter copre anche le spese qualora a prendersi cura dei figli sia un parente ma questa ipotesi nella pratica, viste le regole di distanziamento sociale, appare in alcuni casi difficile da mettere in pratica. L’importo previsto è di 600 euro per i privati e mille euro per i dipendenti pubblici. Il vantaggio è che l’assistenza coprirebbe il mese e non solo metà di esso.

Leggi anche:

Se le scuole non riapriranno il voucher baby sitter sarà riconosciuto tutti i mesi?

Argomenti: , ,