Congedo figli: come si calcola l’età e che succede per fratelli e sorelle

Congedo figli 12 anni: che cosa sapere in base all'età e al numero di figli

di , pubblicato il
Congedo figli 12 anni: che cosa sapere in base all'età e al numero di figli

Approfondiamo la questione relativa al congedo figli entro i 12 anni con due chiarimenti importanti: uno in merito all’età (come si calcola il limite di 12 anni) e l’altro sul bonus per famiglie numerose in cui i figli sotto i 12 anni sono più di uno.

Congedo fino a 12 anni: come si calcola l’età dei figli

Come più volte ribadito, il bonus può essere richiesto da chi ha figli fino a 12 anni. Il limite si calcola alla data del 5 marzo 2020, che è quella in cui è stata disposta la chiusura delle scuole. Se il figlio ha compiuto 12 anni dopo questa data, quindi, si avrà comunque diritto al bonus. Ricordiamo che il limite di età non opera in presenza di figli disabili.

Fratelli e sorelle sotto i 12 anni: quanti giorni spettano

Molto comune anche l’ipotesi di genitori con più figli sotto i 12 anni. Chiariamo che, in questo caso, il bonus non aumenta di importo. La circolare Inps infatti precisa che si tratta di una misura unica per famiglia. Tuttavia si potranno fare due domande rispettivamente da 300 euro (o da 500 euro l’una in caso di lavoratori autonomi per un totale spettante di mille euro). Ricordiamo infine che, in caso di genitori separati, il congedo spetta al genitore con cui il figlio convive (è richiesta autocertificazione).

Voucher baby sitter anche già assunta

Sappiamo che in alternativa al congedo, qualora si resti a lavoro, può essere chiesto il voucher baby sitter. In merito a questa eventualità l’Inps ha chiarito che l’aiuto spetta anche per il pagamento di baby sitter che risultino già assunte prima del 5 marzo 2020. Andrea Zini, vicepresidente di Assindatcolf ricorda però l’importanza di avere una contabilità separata perchè il voucher prevede la copertura di 10 euro l’ora.

Argomenti: ,