Congedo con legge 104, il rientro a lavoro con turno frazionato, è legittimo?

Congedo per assistere un familiare con legge 104 art. 3 comma 3, è legittimo che il datore di lavoro al rientro dal congedo cambi l'orario lavorativo?

di Angelina Tortora, pubblicato il
assistenza familiare legge 104 e part-time

Congedo legge 104 per assistere il familiare con handicap grave, il quesito di una nostra lettrice:

Signora Tortora buongiorno, le vorrei  chiedere: rientrata al lavoro dopo 2 anni di congedo parentale per genitore disabile, ho dovuto chiedere il part time  per continuare ad assisterlo, dopo sei mesi ho chiesto altri sei mesi. L’azienda  me l’ha concesso ma mi ha fatto firmare che al mio rientro  a tempo pieno  dovrò fare il turno spezzato, 9/12  15/18. È  legale? Altrimenti  dovrei  cambiare il  contratto  a part time? ??? Grazie mille per la cortese risposta.

Congedo legge 104 per assistere il familiare disabile

Analizziamo tutte le possibilità lavorative in questi casi in base alla normativa vigente.

La normativa prevede che il lavoratore che assista un familiare con handicap grave, ai sensi della legge n. 104/92 (art. 53, Decreto Legislativo n. 151/2001, che riprende il testo dell’art. 5, commi 1 e 2, lettere a) e b), della legge 9 dicembre 1977 n. 903) non sia tenuto a prestare lavoro notturno dalle ore 24:00 alle ore 6:00.

Lo stesso lavoratore, inoltre, ove possibile, ha la facoltà di scegliere la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio e di non essere trasferito senza il proprio consenso presso altre sedi.

I lavoratori che assistono familiari con handicap grave in base alla legge 104 articolo 3 comma 3, hanno inoltre il diritto di avere 3 giorni di permessi retribuiti al mese per assistere il familiare disabile (per ogni familiare disabile che assistono poiché questi permessi sono cumulabili) e di poter chiedere, una sola volta nella vita lavorativa di un congedo straordinario retribuito di 2 anni (continuativo o frazionato) per assistere il familiare.

La normativa non prevede che il lavoratore che assiste familiare con handicap grave, abbia la possibilità di scegliere quale orario di lavoro svolgere (se il turno di mattina o quello di pomeriggio) anche se resta fermo il diritto di trasformare il proprio rapporto di lavoro da full time in part time.

Se hai domande o dubbi, contattami: angelina.tortor[email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti fondo caregiver, News diritto