Confartigianato spinge la proroga immediata dei bonus fiscali sulla casa

Dal bonus ristrutturazione al bonus verde, Confartigianato chiede la proroga immediata dei bonus fiscali per i lavori sulla casa

di , pubblicato il
Dal bonus ristrutturazione al bonus verde, Confartigianato chiede la proroga immediata dei bonus fiscali per i lavori sulla casa

Anche Confartigianato Imprese e Confartigianato Edilizia, al fine di sostenere il rilancio del settore costruzioni e la sostenibilità ambientale, hanno chiesto a gran voce, a Governo e Parlamento, la proroga immediata dei bonus fiscali per i lavori sulla casa.

“Sono incentivi che hanno consentito la tenuta delle attività del settore delle costruzioni e di tutto il suo indotto negli anni più bui della crisi, in atto oramai da più di un decennio e che, anche in questo momento di emergenza sanitaria ed economica, possono trainare la ripresa economica del Paese, con effetti positivi per Erario, imprese e cittadini”.

Queste le testuali parole presenti nel comunicato stampa pubblicato da Confartigianato sul proprio sito istituzionale.

Chiesta anche l’estensione triennale del superbonus 110% introdotto con il decreto Rilancio e per ora fermo alle spese sostenute nel periodo 1° luglio 2020 – 31 dicembre 2021. La richiesta è, dunque, l’estensione almeno fino al 31 dicembre 2024.

Dal bonus ristrutturazione al bonus verde: l’attesa della proroga

Confartigianato, dunque, chiede alle istituzioni nazionale di dare immediato seguito all’annunciata proroga dei bonus fatta con il documento programmatico di bilancio 2021.

Quest’ultimo, infatti, tra le varie misure da riportare nella manovra di bilancio del prossimo anno contiene l’estensione anche alle spese 2021, dei seguenti sgravi fiscali:

  • Bonus ristrutturazione (detrazione al 50% delle spese sostenute per interventi di recupero edilizio)
  • Ecobonus (detrazione delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica. In merito sarebbero confermate le stesse aliquote di detrazione previste per il 2020, ossia:
    • 50% per infissi, biomassa e schermature solari
    • 65% per le rimanenti tipologie
  • Bonus mobili (detrazione al 50% delle spese sostenute per l’arredo di immobili ristrutturati)
  • Bonus facciate (detrazione con aliquota del 90% delle spese sostenute per le opere di rifacimento delle facciate degli edifici).
  • Bonus verde (detrazione al 36% delle spese sostenute per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili).

Gli italiano hanno bisogno di sapere oggi se questi benefici fiscali verranno prorogati e ciò soprattutto al fine di pianificare, per il prossimo anno, eventuali lavori sulla casa.

Argomenti: , ,